Ponte di Ognissanti 2018: dove andare

Anche per questo 2018 il Ponte di Ognissanti è un’occasione per viaggiare e scoprire borghi medievali e capitali europee. Dall’Italia al resto d’Europa, sono tante le mete da visitare durante il lungo week-end dell’1 novembre, avvolti nella magica atmosfera autunnale.

Pubblicato da Elena Arrisico Martedì 2 ottobre 2018

Foto di Thoom/Shutterstock.com

Il Ponte di Ognissanti 2018 è uno dei più attesi per potersi concedere una mini-vacanza prima delle feste natalizie: si tratta, infatti, di un week-end lungo, che va da giovedì 1 novembre a domenica 4 novembre. Quattro giorni da poter dedicare alla scoperta di luoghi affascinanti all’insegna del relax: potreste decidere di visitare città d’arte e borghi vicini, oppure di approfittare di questi giorni per per volare verso alcune delle più belle capitali europee, godendo della magica atmosfera autunnale. Scopriamo dove andare per il Ponte di Ognissanti, in Italia o all’estero.

Napoli, Italia

Foto di Wila_Image/Shutterstock.com

Tra le mete per il ponte dell’1 novembre, c’è la bella Napoli: una delle città più belle d’Italia per i tesori culturali che racchiude, la storia, le piazze e la pizza. Attrazione imperdibile di questa città è Piazza del Plebiscito, simbolo della città e sede di concerti, oltre che luogo di incontro per i napoletani. Da scoprire anche il Museo Cappella Sansevero, noto per ospitare l’opera di Giuseppe Sanmartino: il Cristo Velato. Imperdibile, poi, il Museo di Capodimonte nato dalla decisione di Carlo di Borbone, nel 1738: il museo è su tre piani e ospita molte opere importanti appartenenti alla Collezione Farnese, tra cui ci sono pezzi di Botticelli, Raffaello e i più recenti lavori pop art di Warhol. Visitate, inoltre, la Napoli Sotterranea e il Duomo: nel primo caso, avrete modo di ammirare gallerie, cunicoli e zone nascoste della città sotterranea – come alcuni orti, il Teatro Romano di Nerone e la Galleria Borbonica voluta, nel 1853, da Ferdinando II di Borbone – nel secondo caso, potrete conoscere il Duomo dedicato a San Gennaro, dove si cela la raccolta di oggetti e pezzi d’argento del santo.

Marsiglia, Francia

Foto di S-F/Shutterstock.com

Marsiglia venne fondata dai Greci nel 600 a.C. Città marittima francese, è la più grande dopo Parigi ed è allegra, colorata e piena di vita. Se vi state domandando dove andare per il ponte dell’1 novembre 2018, Marsiglia potrebbe essere la risposta che state cercando. In stile romantico-bizantino, la Cattedrale di Notre-Dame de la Garde è il punto da cui dovrebbe partire la visita alla città: la struttura presenta due chiese, ovvero una a forma di cripta e un santuario consacrato alla Vergine con mosaici dorati e marmi colorati. Bellissima anche la Chiesa della Vieille Charité che, oltre alla cappella, presenta delle camere che potevano accogliere i poveri di Marsiglia: un complesso nato nel 1640, formato da quattro ali di edifici, che si affacciano su un cortile che ha, al suo centro, una cappella costruita tra il 1679 e il 1707. C’è, poi, la Cattedrale de la Major con i suoi marmi bianchi e verdi, anch’essa composta da due chiese: l’Antica Major, costruita a metà del 1100 e la Nuova Major.

Colonia, Germania

Foto di yotily/Shutterstock.com

Potreste decidere di trascorrere il ponte di Ognissanti 2018 a Colonia, in Germania. Città di ben 2000 anni, si affaccia sul fiume Reno ed è nota per il suo Duomo caratterizzato da due torri cuspidate e la bellissima vista sul fiume: si tratta della chiesa gotica più grande d’Europa – Patrimonio dell’Umanità UNESCO, i cui lavori vennero iniziati nel 1248 e conclusi nel 1880 – dove potrete ammirare anche il sarcofago dorato, in cui si trovano le reliquie dei Re Magi portate da Federico Barbarossa come bottino di guerra. Il Köln Triangle è, poi, un grattacielo alto 100 metri, che sovrasta la città e la cui forma triangolare gli ha fatto avere questo nome: da qui, potrete ammirare lo skyline di Colonia. Last but not least, non dimenticate di fare una lunga passeggiata romantica sul Reno attraverso il Rheinpark e di visitare il Museo Ludwig, di arte moderna e contemporanea, il quale ospita una collezione di Picasso da non perdere. Tra le offerte per il ponte dell’1 novembre 2018, è da segnalare quella di Eurowings, che vi permette di volare a Colonia da Milano a 96 euro circa.

Venezia, Italia

Foto di givaga/Shutterstock.com

Città romantica, se non sapete dove andare per il ponte di questo novembre 2018, Venezia potrebbe essere il vostro luogo per vivere un week-end autunnale indimenticabile. Potreste passeggiare tra i suggestivi canali, visitando musei e monumenti. Piazza San Marco è la piazza centrale della città, dove sorge l’omonima basilica e il campanile, da cui vedere i tetti rossi della città e dove potersi sedere in uno dei tanti bar presenti. Il Canal Grande attraversa Venezia per 4 chilometri, dividendo il centro storico in due parti: profondo fino a 5 metri, in alcune zone, è largo anche 70 metri e il tour che lo vede protagonista rappresenta, sicuramente, un’occasione per ammirare gran parte della città dalla stazione ferroviaria di Santa Lucia a Piazza San Marco.

Bruxelles, Belgio

Foto di f11photo/Shutterstock.com

Bruxelles, in Belgio, è uno dei viaggi più indicati per il ponte di Ognissanti, perché si tratta di una delle città europee più belle e, forse, meno visitate rispetto alle altre, ma ugualmente ricca di sorprese. La Grand Place di Bruxelles è una delle più belle piazze del mondo ed è entrata, per questa ragione, tra i luoghi Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: qui, troverete il famoso Hotel de la Ville, la Maison du Roi e il Museo della Storia della città. Alta circa 102 metri, l’Atomium è una struttura singolare che si trova nel Parco Heysel, nella periferia Nord della città: ogni sfera – sono nove – ha un diametro di 18 metri, per cui è adatta ad ospitare concerti, mostre, conferenze e simili. L’Ilot Sacrè di Bruxelles è quel quadrilatero che si trova al centro di Bruxelles: un insieme di vie caratteristiche, pieno di ristoranti, bar e turisti, oltre ai 200 metri di Saint-Hubert Galleries; antico centro letterario, in cui si incontravano letterati come Baudelaire, Dumas, Verlaine e Hugo. Con le offerte del Ponte di Ognissanti 2018, potrete volare da Venezia a Bruxelles con Ryanair da 73 euro.

Sofia, Bulgaria

Foto di Nataliya Nazarova/Shutterstock.com

Sofia è la capitale della Bulgaria ma, sicuramente, non una delle capitali europee più visitate; eppure, non le manca niente ed è estremamente affascinante e ricca di bellezze da scoprire anche in un week-end lungo come quello di Ognissanti. Costruita tra il 1898 e il 1912 in stile neo-bizantino, la Cattedrale Aleksandr Nevskij è il luogo religioso più importante della città, nonché la seconda più grande chiesa ortodossa del mondo: caratterizzata da cupole dorate e verdi e con marmi italiani, la cattedrale è l’unico monumento illuminato di notte della città. La Chiesa di Santa Sofia si trova proprio di fronte la Cattedrale, dove venne fatta costruire nel IV secolo dall’imperatore Giustiniano – in seguito alle razzie di Unni e Visigoti – sui resti di altre chiese e della necropoli di Serdica, la Sofia Romana: durante la dominazione turca venne, però, trasformata in moschea – perdendo alcuni affreschi – e i terremoti del 1818 e del 1858 rovinarono il resto, per cui venne ristrutturata e riaperta nel 1998. Se deciderete di andare a Sofia, non potete perdervi il Museo Archeologico Nazionale, il quale contiene due tesori: Vulchitrun Lukovit e Nikolayev, ovvero tredici pezzi dell’età del Bronzo e un corredo funerario del re dei Traci Sevt III. Sofia è la meta ideale per i prezzi bassi e potrete raggiungerla da Roma, con Ryanair, a 86 euro circa.

Amsterdam, Paesi Bassi

Foto di Yasonya/Shutterstock.com

Tra le mete per il ponte dell’1 novembre 2018, c’è Amsterdam, nei Paesi Bassi; città dall’atmosfera malinconica, perfetta per essere visitata in autunno: potrete, infatti, passeggiare lungo i canali e nei parchi, godendo appieno del foliage, dei borghi, dei monumenti, delle case caratteristiche e della cultura del luogo. Il Quartiere dei Musei ospita il Museo Van Gogh, il Rijksmuseum e il museo Stedelijk. Piazza Dam è uno dei luoghi più noti della città ed è qui che, 8 secoli fa, scorreva il fiume Amstel, il cui corso venne deviato dalla costruzione della diga nel 1270: il Palazzo Reale presente in questa piazza – costruito nel XVII secolo – è, certamente, uno degli edifici più importanti e viene utilizzato solo per festività e visite di Stato dalla famiglia reale. Con una gita in bicicletta o in battello, potrete scoprire la bellezza dei canali di Amsterdam. Da non perdere, la casa di Anna Frank, dove lei si rifugiò dal 1942 al 1944, prima di essere scoperta dai nazisti ed essere deportata insieme alla sua famiglia: dal 1960, l’edificio è adibito a museo, grazie alla presenza di oggetti personali, fotografie, documenti e filmati.

Val d’Orcia, Italia

Foto di Don Mammoser/Shutterstock.com

La Val d’Orcia è una bellissima valle che si trova in Toscana, in provincia di Siena, costeggiata da casolari, cipressi, castelli, borghi storici e chiese: si tratta del luogo adatto da visitare in autunno e, dunque, per il lungo week-end di Ognissanti, dove potersi lasciare incantare dai colori caldi della natura, facendo lunghe passeggiate nei sentieri. La Cappella della Madonna di Vitaleta sorge tra Pienza e San Quirico d’Orcia, passando per la strada provinciale 146 di Chianciano. Castiglione d’Orcia e Rocca d’Orcia sono, invece, due borghi medioevali imperdibili: a Rocca d’Orcia, ad esempio, è possibile visitare l’antica Torre di Tentennano, dalla cui cima si ammira la Val d’Orcia. Uno dei luoghi più suggestivi è, poi, Bagno Vignoni: si trova lungo la via Francigena e le sue acque vennero utilizzate sin dall’epoca romana.

Praga, Repubblica Ceca

Foto di TTstudio/Shutterstock.com

Praga è la capitale della Repubblica Ceca, la cosiddetta “città dalle cento torri” famosa per le colorate abitazioni barocche e le sue chiese gotiche. Da vedere e da visitare sono il Castello di Praga e la Città Vecchia: quest’ultimo è un quartiere storico, la cui piazza omonima ne è il centro dove, nei secoli, si sono tenute incoronazioni ed esecuzioni e dove si trova l’attrazione principale, ovvero l’orologio astronomico del Municipio. La Cattedrale di San Vito, in stile gotico, è una delle più grandi d’Europa a la Casa Danzante è un’altra tappa obbligatoria della città: realizzati tra il 1992 al 1996 dall’architetto F.O. Gerhy, sono due palazzi che si protendono l’uno verso l’altro, dedicati ai ballerini Ginger Rogers e Fred Astaire.

Lisbona, Portogallo

Foto di Paulo Zimmermann/Shutterstock.com

Infine, Lisbona in Portogallo, città di mare da poter visitare nel lungo ponte dell’1 novembre. Il quartiere Baixa inizia dalle rive del Tago e giunge fino all’Avenida da Liberada: ricostruito dopo il terremoto del 1755, in questa zona della città, potrete ammirare il Castello di São Jorge, visitare il Museo Nazionale Azulejo e passeggiare tra le tante strade ricche di ristoranti, bar e negozi. Anche il quartiere Chiado – danneggiato dall’incendio del 1988 – è stato perfettamente ricostruito e pullula di librerie, teatri e negozi. Da visitare anche le rovine della Chiesa del Carmo – in stile gotico e in parte distrutta dal terremoto del 1755 – e il Monastero de Los Jeronimos, Patrimonio Mondiale dell’Umanità per l’UNESCO: quest’ultimo è un monumento importante costruito nel 1505 per festeggiare il ritorno di Vasco de Gama e, al cui interno, si trova proprio la tomba del famoso esploratore.