Single: Consigli pratici per risparmiare

Ecco alcuni consigli pratici per tutti quei single che si trovano a fare i salti mortali per risparmiare su bollette di corrente e gas. Seguite questi pochi consigli e le vostre uscite caleranno notevolmente.

Pubblicato da Ryan86 Lunedì 15 marzo 2010

Single: Consigli pratici per risparmiare

Oggi un articolo per tutti i single che vivono da soli (magari da poco) e che sono molto attenti alle entrate e alle uscite della casa. Alcuni talmente maniacali da tenere il riscaldamento spento anche in pieno inverno per evitare stangate a fine mese. Non c’è bisogno di vivere come eschimesi, fare la doccia in meno di un minuto oppure mangiare cibi crudi per risparmiare su gas, acqua e bolletta dell’elettricità. E’ consigliabile invece seguire poche regole e consigli che ridurranno bollette e miglioreranno il vostro stile di vita senza fare i salti mortali.

Se avete l’abitudine di portare i panni in lavanderia da far lavare perché comprarsi una lavatrice è troppo per le vostre tasche, il consiglio è quello di acquistarla con qualche finanziamento e vedrete che i soldi spesi coincideranno con quelli risparmiati dalla lavanderia automatica.

Non partite prevenuti dall’utilizzo del forno a microonde: a differenza delle cattive voci che ci sono in giro, questo elettrodomestico permette di cuocere i cibi in un tempo molto ridotto e senza variare la genuinità del cibo e consuma meno di un forno tradizionale.

Evitate confezioni convenienza enormi a meno che avete in previsione una cena con più invitati: rischierete di farli scadere e la confezione convenienza non sarà più tanto conveniente. Non a caso si chiamano formati famiglia, quindi se siete single evitate. E’ invece buona abitudine fare scorta di cibi surgelati che permettono di prolungare la scadenza dei cibi anche di mesi. Scegliete quindi un frigorifero con il reparto freezer più ampio, anche sacrificando lo spazio del frigo. Se siete soli in casa sapete che il frigo non sarà mai pieno.

Per quanto riguarda l’acqua è si importante non sprecarla, se ci tenete all’ambiente, ma non c’è bisogno di cronometrarsi. L’acqua non costa poi così tanto. Se ci mettete 3 o 4 minuti per una doccia è il tempo corretto. Spegnete piuttosto l’acqua quando vi insaponate o quando mettete lo shampoo e il balsamo.

Ultima cosa (ma non meno importante) voletevi bene e acquistate un aspirapolvere, dimezzerà il tempo necessario per pulire casa con risultati più sicuri di scopa e paletta. Ogni tanto il tempo è davvero denaro. Riuscire a risparmiare una mezzoretta per rilassarsi a fine mestieri è un dovere verso se stessi.

Immagine tratta dal sito santitafarella.wordpress.com