Sicurezza sul lavoro anche in laboratorio

Come ogni cosa, prima di tutto la sicurezza sul lavoro. Non prendete questo hobby sotto gamba: non è un gioco e alcune operazioni potrebbero diventare pericolose.

Pubblicato da Ryan86 Lunedì 3 maggio 2010

Sicurezza sul lavoro anche in laboratorio

Abbiamo visto insieme qualche giorno fa quali sono i vari strumenti necessari per l’allestimento di un buon laboratorio da restauratore. Sono stati elencati anche i materiali indispensabili per lavorare il legno. Non basta solo questo però per fare un buon lavoro e neanche la sola buona volontà. Infatti, come ogni cosa, prima di tutto la sicurezza sul lavoro. Non prendete questo hobby sotto gamba: non è un gioco e alcune operazioni potrebbero diventare pericolose. Prima di iniziare a lavorare un mobile, assicuratevi di creare tutte le condizioni per poter procedere in piena sicurezza, riducendo al minimo i rischi.

Qualsiasi strumento appuntito e tagliente deve essere utilizzato con le punte e i tagli che si spostano dal corpo di chi lavora verso l’esterno. In senso contrario infatti basterebbe una piccola disattenzione per provocare ferite anche gravi. Se tagli e punte risultano affilate, le lavorazioni richiederanno meno sforzo e dunque si riduce il rischio di incidenti. Per tenere fermi i chiodi sotto i primi chiodi del martello non utilizzate le dita, bensì una pinza o un cartoncino nel quale infilare le punte da infliggere. Utilizzando il trapano fate attenzione a non calpestare il cavo di alimentazione e cambiate la punta solo quando il cavo di alimentazione è staccato dalla presa.

Il luogo di lavoro deve essere regolarmente areato per evitare il ristagno nell’aria di esalazioni prodotte da mordenti, vernici e colle, spesso tossici. Indossate indumenti protettivi come guanti pesanti, un grembiule da lavoro, una mascherina e scarpe rinforzate. Usate anche occhiali protettivi se usate colle, vernici e anche il trapano.

Seguendo solo poche regole anti-infortunio, eviterete di trasformare il vostro laboratorio in un posto pericoloso. Tenete comunque a disposizione nella stanza in cui lavorate una cassetta del pronto soccorso contenente garze, un flacone di disinfettante, cotone e cerotti più e meno grandi. La sicurezza non è mai troppa.

Idea tratta dal libro “Idee per riparare e decorare i mobili” di Gribaudo
Immagine tratta dal sito www.restaurolegno.net