Schemi maglia: la sciarpa marrone

da , il

    Schemi maglia: la sciarpa marrone

    Il marrone è uno dei colori moda di questo autunno-inverno 2011. Se non lo amate sui capi di abbigliamento potete sempre decidere di aggiungere un tocco di marrone al vostro look con gli accessori. Per esempio guanti o sciarpe. Di seguito vi indichiamo uno schema maglia per realizzare una particolare sciarpa di colore marrone ma soprattutto realizzata con punti speciali come l’aumento barrato. Si realizza in questo modo: lavora la maglia a dritto quindi, senza farla cadere dal ferro destro, lavorala ancora dritto ritorto (prendendo il filo posteriore): 2 maglie. Ma vediamo l’intero schema.

    Il materiale da utilizzare per realizzare la sciarpa che vedete nella foto è il seguente:

    • ISPE Filati “Lana del Deserto” col. 3 (50 grammi = 160 metri, 50% lana merino, 25% cammello baby, 25% angora), 2 gomitoli (sostituibile con Frog Tre Alpaca Fingering, 2 gomitoli, 50 grammi = 197 metri, 100% alpaca)
    • Ferri 3,25 mm (in alternativa, a seconda del filato usato, è possibile usare i ferri da 3 o 3,5 più facilmente reperibili in Italia)
    • Un ferro supplementare e una spilla reggi maglie
    • Ago da lana e forbici

    E passiamo ora allo schema maglia. Per prima cosa avviate 82 maglie e lavoratele a maglia legaccio per 16 ferri. Ricordate di passare sempre la prima maglia a rovescio con il filo davanti al lavoro per ottenere un bordo a catenella. Quando avete terminato l’ottavo ferro passate alle diminuzioni. Con il filo davanti al lavoro, *2 dir assieme, 2 rov assieme finché non resta una sola maglia, 1 dir. Iniziate poi la lavorazione a coste 1 × 1: passa la prima maglia a rovescio con il filo davanti al lavoro, *1 dir 1 rov fino alla fine del lavoro, terminando sempre con 1 dir. Lavora in questa maniera finché la sciarpa è lunga circa 80 cm.

    Dividi per l’apertura. Trasferisci le maglie su due ferri, ponendo la prima maglia e tutte le maglie a rovescio su un ferro e lasciando in sospeso tutte le maglie a dritto su un ferro supplementare o una spilla da balia. Prosegui la lavorazione solo sulle maglie passate sul primo ferro a maglia rasata, in modo tale che il dritto sia rivolto verso l’esterno: passa la prima maglia a dritto e lavora le altre maglie a dir; passa la prima maglia a rov con il filo sul davanti del lavoro e lavora a rov fino alla fine.

    Lavorate in questa modo le 21 maglie per 24 ferri (circa 8 cm), quindi lasciatele in sospeso rompendo il filo. Ripetete la lavorazione sulle altre 21 maglie giuntando il filo. Rimettete le maglie su un unico ferro. Come fare questo passaggio? Sistemate le due metà della sciarpa in parallelo, metà di queste saranno sul ferro supplementare. Prendete la prima maglia dal ferro più lontano da voi, che dovrà corrispondere alla metà dell’apertura lavorata per seconda e da cui, quindi, esce il filo; questa maglia la passerete a rovescio con il filo sul davanti del lavoro, quindi lavorerete 1 dir prendendolo sul ferro più vicino e 1 rov prendendolo dal ferro più lontano. Proseguite così finché tutte le maglie non saranno state lavorate, riprendendo di conseguenza la lavorazione a coste. Proseguite poi a lavorare a coste finché la seconda metà della sciarpa non è lunga circa 40 o 50 cm. Chiudendo la sciarpa, facendo passare l’estremità iniziale dal buco e ponendosela al collo, le due metà finite dovranno avere qualche centimetro di differenza.

    Lavorate poi la seconda ruche. Passate la prima maglia a rovescio come al solito, lavorate un aumento barrato (vedi sopra) in ogni maglia tranne l’ultima, che lavorerete a dritto (82 maglie).

    Lavorate di nuovo 15 ferri a maglia legaccio come per la prima ruche. Intrecciate morbidamente e nascondete le code.