Ritorno a scuola: come preparare i bambini ai nuovi ritmi

Come preparare al meglio i bambini in vista del ritorno sui banchi di scuola a settembre? Ecco i nostri consigli affinché la prima campanella non sia un trauma!

Pubblicato da Redazione Mercoledì 22 agosto 2012

Ritorno a scuola: come preparare i bambini ai nuovi ritmi

Il ritorno a scuola a settembre può essere un trauma anche per il bambino più diligente e tranquillo. Pensate come reagireste voi nella stessa situazione: tre mesi di vacanze, svegliandovi al mattino quando volete, senza nessun orario, se non quelli classici dettati dalla famiglia, con pochissimi compiti, solitamente molto divertenti, senza interrogazioni, ma solo tanto gioco e divertimento, magari al mare con i nonni. Chiaro che poi quando a settembre suona la prima campanella del nuovo anno scolastico i bambini siano depressi, tristi. Ma per affrontare al meglio il ritorno a scuola, possiamo intervenire noi grandi, aiutandoli pian piano, nelle settimane precedenti, a riprendere i vecchi ritmi.

Quante cose a cui pensare prima di rimandare a scuola i bambini: non dobbiamo solamente acquistare il corredo scolastico che li accompagnerà per tutto l’anno accademico e non dobbiamo solamente procurarci i libri di testo previsti dall’istituto, dobbiamo anche preparare i piccoli a ritrovare i ritmi perduti in troppe settimane di vacanza!

Innanzitutto sappiate che i cuccioli devono riprendere i ritmi di un tempo: basta andare a letto tardi la sera per svegliarsi quando ormai è metà mattina. Si ritorna agli orari di quando si andava a scuola, almeno una quindicina di giorni prima dell’inizio dei corsi. Così il fisico fa in tempo ad abituarsi, così come la mente dei bambini, che non dovranno subire i traumi della sveglia presto e della messa a letto quando ancora i film non sono finiti. Si potranno abituare gradualmente, che è la cosa migliore.

Durante i giorni feriali, poi, cercate di occupare le loro mattinate come se fossero a scuola: se hanno ancora dei compiti delle vacanze da smaltire, fateli fare a loro in questo momento della giornata, così non sarà difficile riabituarsi a seguire le lezioni nelle ore mattutine. Potete anche proporre loro delle letture, oppure radunare i loro amichetti, così potranno divertirsi un po’ studiando, proprio come fanno in classe.

Il pomeriggio, poi, potranno uscire e andare a giocare come farebbero in una normale giornata di scuola. E ricordatevi di ricominciare a proporre ai piccoli un’alimentazione sana, che li aiuterà quando dovranno concentrarsi in aula: più frutta e verdura, tanto latte e tanta acqua, con spuntino a metà mattina salutare come se fossero a scuola. Lo sappiamo che durante l’estate l’attenzione ai cibi non è mai così serrata come nel resto dell’anno: meglio non far coincidere un ritorno al sano con il rientro a scuola, perché i bambini potrebbero non gradire l’associazione!

E un consiglio alle mamme: se anche voi state approfittando del maggiore ozio dei bambini per svegliarvi un po’ più tardi la mattinata, seguite gli stessi consigli che vi abbiamo dato per i piccoli, altrimenti sarà uno choc anche per voi sentire quella sveglia che suona alle 7 del mattino!

Foto di Communitiesuk.