Ricette con i fiori, lo sciroppo di bacche di biancospino

Ecco a voi una gustosa ricetta per conservare in maniera semplice, veloce e gustosa le vostre bacche di biancospino, sotto forma di sciroppo.

Pubblicato da Redazione Venerdì 24 agosto 2012

Ricette con i fiori, lo sciroppo di bacche di biancospino

Le bacche di biancospino conservate possono venire in nostro soccorso grazie ai tanti principi nutritivi che questo frutto della terra porta con sè. Si tratta di uno dei fiori più particolari, che si dall’antichità è stato utilizzato come rimedio in ricette di erboristeria che sono state tramandate fino ai nostri giorni. Ricette come quella che riduce le bacche di biancospino sotto forma di sciroppo, aggiungendo semplicemente acqua e zucchero, per una conserva che, se realizzata in maniera perfetta, può diventare un’ottima scorta per il periodo nel quale le bacche, tipico prodotto dell’inverno, non saranno più disponibili.

Ingredienti per realizzare lo sciroppo di bacche di biancospino

Per conservare le bacche di biancospino sotto forma di sciroppo, avremo bisogno di pochi e semplici ingredienti. Innanzitutto procuratevi mezzo chilo di bacche, al quale dovrete poi aggiungere 250 grammi di zucchero e 200 grammi di acqua. Va benissimo anche quella del rubinetto, l’importante è che sia potabile e abbia un buon gusto. Un po’ di rum, una pentola, un mestolo di legno e dei vasetti a chiusura ermetica con dischi di carta, completano l’attrezzatura giusta per realizzare lo sciroppo di bacche di biancospino.

Come realizzare lo sciroppo di bacche di biancospino

Per conservare le bacche di biancospino, sappiate che dovrete coglierle dall’albero quando sarà finita la stagione invernale, anche perché è con il freddo che questo frutto si matura. Lavate con cura le vostre bacche, lasciatele sgocciolare con calma e mettetele in una pentola coperta di acqua tiepida. Mettete sul fuoco e fate bollire per qualche minuto. Prendete un colapasta e mettete a scolare nuovamente le vostre bacche di biancospino: prendete nuovamente la pentola, nel frattempo, riempitela con l’acqua e con lo zucchero della nostra ricetta. Quando lo sciroppo sarà arrivato al punto di ebollizione, unite le bacche. Il tutto dovrà cuocere ben bene: dovrete avere cura di mescolare ogni tanto, perché non si appiccichi. Raggiunta la consistenza ideale, prendete i vasi e riempiteli di sciroppo. Copriteli con un disco di carta che avrete imbevuto nel rum e chiudere i vasi solo quando il liquido si sarà raffreddato.

E se le bacche di biancospino vi piaccino ecco la ricetta della nostra marmellata!

Foto di Nociveglia.