Progetto Ortocircuito: nei vivai per risolvere problemi psichici

Il progetto Ortocircuito organizzato con la Caritas di Palermo, permette a persone con problemi psichici, di recuperare velocemente la loro condizione mentale lavorando presso dei vivai e dare vita con le loro mani a piante o composizioni floreali, dando loro fiducia sulle proprie capacità.

Pubblicato da Ryan86 Venerdì 19 marzo 2010

Progetto Ortocircuito: nei vivai per risolvere problemi psichici

E’ nato a Palermo il progetto Ortocircuito, in collaborazione con il dipartimento di salute mentale e la Caritas di Palermo. Ortocircuito intende mettere al lavoro nei vivai delle persone con disagi psichici a scopo curativo. Sembrerebbe infatti che questo tipo di lavoro può aiutare i soggetti interessati e accelerare il recupero di uno stato mentale normale. Facendo coltivare loro le piante e ottenendo grandi risultati hanno la possibilità di fargli acquisire sicurezza e prendere coscienza delle loro capacità. Ogni fiore che sboccia per loro è un passo avanti.

Il signor Enzo Sanfilippo, dell’area promozione della Caritas, spiega come “…il disagio trovi più volti ad accoglierlo: un volto più rigoroso, più di contenimento come si dice nel gergo psichiatrico, uno più collaborativo, uno che lavori sulle parti fragili, uno sulle parti sane che sempre esistono in ogni individuo e che sempre possono essere potenziate”.

Il progetto organizzato dalla cooperativa sociale “Solidarietà” all’interno dell’ex ospedale psichiatrico del capoluogo Siciliano, ha come sede centrale il vivaio Ibervillea e sta riscuotendo grande successo dalla produzione di piante esotiche oltre che alla vendita mediante l’organizzazione di mercatini. La cooperativa Solidarietà invece esiste già da molti anni (esattamente dal 1981) e si occupa appunto di trovare occupazione alle persone con problemi mentali e collabora da tempo con i dipartimenti di Salute Mentale dell’Asp di Palermo. Tutti questi progetti sono finanziati sia da donazioni e raccolte fondi ma anche dall’8×1000 che assicura degli introiti sicuri per sostenere tutti questi progetti. E’ vero anche che il progetto in se funziona talmente bene e i pazienti-lavoratori si danno talmente da fare che i guadagni permettono considerevoli margini di guadagno anche per il vivaio stesso.

Un’ottima idea che trovo molto intelligente e a cui auguro un ottimo successo anche per gli anni futuri.

Immagine tratta dal sito www.vivai-sanbiagio.it