Ora legale: qualche consiglio

Questa notte si cambia l'ora e si tira avanti di uno. Le giornate si allungano, i consumi energetici si riducono ma il fisico ne risente. Ecco come superare il disagio nei primi giorni del cambio orario.

Pubblicato da Assunta Corbo Sabato 27 marzo 2010

Ora legale: qualche consiglio

Questa notte alle 2 scatta l’ora legale che resterà in vigore fino al 31 ottobre prossimo. E’ un momento molto bello questo perchè è un chiaro segnale dell’arrivo della primavera. Le giornate si allungano e tutti si diventa più sereni grazie alla maggiore luce e al sole caldo della mezza stagione che ci conduce all’estate. Insomma, mettiamo la parola fine sui cinque mesi invernali. Non solo, si riducono anche i consumi di energia elettrica

Cambio dell’ora questa notte. Si va verso la primavera e si riducono i consumi energetici. Terna prevede, nei prossimi 7 mesi, un risparmio complessivo dei consumi di energia elettrica pari a 644 milioni di kilowattora. In termini di costi, la stima del risparmio economico relativo all’ora legale per il 2010 è pari a 90 milioni di euro. L’ora legale fa bene anche allo smog: al minor consumo di energia si accompagna infatti una riduzione di CO2 non immessa nell’atmosfera per un valore stimato di oltre 300mila tonnellate.

Un evento positivo che però avrà segnali anche sul fisico delle persone. E’ possibile infatti che ci si senta sfasati nel ritmo sonno-veglia. Maggiore stanchezza, spossatezza, irritabilità saranno gli effetti più evidenti del passaggio. L’orologio biologico si deve infatti riadattare alle nuove condizioni e ai nuovi ritmi e ci metterà qualche giorno.

Gli esperti danno alcuni consigli utili: andare a letto ogni giorno circa 15 minuti prima. Stessa cosa per i pasti che andrebbero spostati avanti circa 30 minuti. In questo modo si regola lo stimolo della fame.