Natale 2010 addobbi: un sottopiatto dorato in decoupage

Un sottopiatto decorato con il metodo decoupage, ricavato da un pannello di compensato e preparato dipingendolo con colori acrilici oro e rossi. Un’ottima idea per il cenone di Natale.

Pubblicato da Ryan86 Venerdì 17 dicembre 2010

Natale 2010 addobbi: un sottopiatto dorato in decoupage

Oggi andremo a creare da zero un bellissimo sottopiatto dorato da utilizzare durante il cenone di Natale oppure al veglione di capodanno. Si tratta di un pannello di compensato ritagliato a forma ottagonale e decorato con un fondo di colore acrilico oro, bordini rossi ed infine applicheremo un’elegante trama tipo ghirlande oppure intrecci floreali con il metodo decoupage. Potrete trovare i disegni su qualche rivista oppure, meglio cercare in qualche centro specializzato in lavori a decoupage, forniti di una ricca varietà di disegni di questo tipo, soprattutto sotto il periodo natalizio. Vediamo insieme materiale e istruzioni per realizzarlo.

Materiale necessario: compensato spesso mezzo centimetro, seghetto alternativo e morsetti, carta grafitata, matita, nastro adesivo di carta, carta vetrata fine, fondo turapori all’acqua, vernice di finitura all’acqua opaca, colla da decoupage, forbici, pennelli piatti di tipo fine e medio, bisturi e stuoia da taglio, acrilici nei colori oro pallido, verde brillante chiaro e ocra rossa.

Con la carta grafitata, riportare le due sagome dei sottopiatti sul compensato, quindi ritagliate con il seghetto bloccando il legno con i morsetti. Carteggiate con cura anche sui bordi, spolverate bene e stendete una mano di fondo turapori. A matita disegnate delle cornicette interne che seguano il profilo dei sottopiatti, aiutandovi con delle mascherature con del nastro adesivo di carta. Dipingete il sottopiatto alternando ocra e oro. Rimuovete le mascherature e decorate i sottopiatti con dei motivi da decoupage che potrete trovare in tutti i negozi specializzati. Applicatele dunque con della colla da decoupage, eliminando eventuali bolle d’aria con un panno e fate asciugare. Passate infine due o tre mani di vernice di finitura, carteggiando tra una e l’altra.