Libri da leggere, ‘La gioia di scrivere’ del Premio Nobel Wislawa Szymborska

'La gioia di scrivere. Tutte le poesie (1945-2009)' edito in Italia da Adelphi è la raccolta delle produzioni poetiche del premio nobel per la letteratura Wislawa Szymborska.

Pubblicato da Redazione Mercoledì 29 febbraio 2012

Libri da leggere, ‘La gioia di scrivere’ del Premio Nobel Wislawa Szymborska

La gioia di scrivere è il libro in vetta alle classifiche dei libri più letti del momento. A scriverlo ci ha pensato Wislawa Szymborska, premio Nobel polacco, ben presto diventata un cult anche nel nostro paese, con testi assolutamente da leggere, non solo per i contenuti, ma anche per il modo con il quale sono stati scritti. ‘La gioia di scrivere. Tutte le poesie (1945-2009)‘ è edito nel nostro paese da Adelphi, nella collana ‘Gli Adelphi’ ed è proposto con il testo polacco a fronte. Un libro che potrebbe assolutamente diventare un’ottima idea regalo. Da fare e da farsi, ovviamente.

Il libro ‘Amore, zucchero e cannella’ di Amy Bratley, per lungo tempo primo nella classifica dei libri più venduti in Italia, deve cedere il primo gradino del podio niente di meno che ad un premio Nobel per la letteratura, una donna che ha contribuito molto alla cultura internazionale, con testi che sono diventati (e che saranno ancora in futuro) dei cult.

Il libro è una vera e propria raccolta delle poesie più belle scritte dall’autrice polacca: una raccolta che parte dall’immediato dopoguerra, da quel significativo 1945, che ha segnato in Europa l’inizio di una nuova epoca, fino al 2009. Un libro molto importante anche perché, purtroppo, la grandissima Wislawa Szymborska si è spenta proprio lo scorso primo febbraio.

Questa raccolta di poesie ci permetterà di capire il suo lavoro, la sua abitudine ad affrontare temi diversi quanto mai importanti per la vita di ognuno di noi, come l’amore, la morte e, più in generale, la vita stessa. Un volume che raccoglie tutta la produzione poetica di una grandissima scrittrice. Non a caso è stata insignita di un premio Nobel…

Purtroppo, la scrittrice è morta quest’anno, tra la commozione di tutta la Polonia e anche del resto del mondo, che perde una grandissima voce. Anzi, una grandissima penna!