Lavori a maglia: gli strumenti fondamentali

Chi di noi non ha detto almeno una volta nella vita "avrei voglia di farmi una sciarpa o un maglioncino con le mie mani"? Certo poi tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare dice un antico proverbio. E infatti, io per prima, non ce la si fa. Ma ora potrebbe essere l'occasione giusta visto che è tornato di gran moda sferruzzare. Partiamo dagli strumenti base.

Pubblicato da Assunta Corbo Sabato 10 ottobre 2009

Chi di noi non ha detto almeno una volta nella vita “avrei voglia di farmi una sciarpa o un maglioncino con le mie mani”? Certo poi tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare dice un antico proverbio. E infatti, io per prima, non ce la si fa. Ma ora potrebbe essere l’occasione giusta visto che è tornato di gran moda sferruzzare. Partiamo dagli strumenti base.

Inutile partire con gli schemi se prima non si hanno le idee chiare sugli strumenti da utilizzare per realizzare un magliocino, una coperta, una sciarpa o qualunque altra idea vi venga in mente. Magari poi potete farne dei regali di Natale. Il tempo, volendo c’è. Ma torniamo a noi, cosa serve per lavorare a maglia?

Indispensabili i ferri per la lana. Se la mamma o la nonna non hanno conservato quelli usati per farvi i maglioncini da piccole allora dovete comparli. Costano 2-3 euro circa. Ogni coppia di ferri ha un numero che corrisponde alla grandezza del ferro e al tipo di lana che può essere lavorata con quei ferri. Per iniziare meglio partire con i ferri 3, 5 e 8.

Tenete poi a portata di mano le forbicine. Sono uno strumento importante durante il lavoro a maglia. Cosi come lo è il metro che serve a fare i campioni di cui parleremo più avanti. L’uncinetto, invece, vi serve per le rifiniture e per fare i bordini. Quindi l‘ago per la lana, in sostanza un ago abbastanza grande da accogliere il filo di lana e che serve per le rifiniture.

Fondamentali, infine, i gomitoli di lana. Qui si apre un mondo. Ne esistono diversi e di qualità differente. Il consiglio è di scegliere una buona lana perchè i lavori che farete dovrete indossarli e soprattutto lavarli, quindi non potete rischiare che si infeltriscano. Trovate delle ottime lane anche al mercato. I prezzi variano molto in base anche alla composizione: evitate di prendere quelli 100% acrilico e preferite quelli con almeno il 30-40% di lana. Attenzione, poi, a leggere quale numero di ferri occorre per lavorarla.

Bene, ora che avete tutto… torneremo presto a parlare di questo hobby per la scelta della lana.