I colori caldi per la tua casa: idee per pareti e arredamento [FOTO]

I colori permettono di valorizzare il nostro ambiente, hanno il potere di farlo sembrare più grande, caldo, luminoso, accogliente. I colori caldi, come il rosso, l'arancione e il giallo, hanno anche il potere di rendere dinamico e stimolante l'ambiente.

Pubblicato da Anna Franceschi Martedì 15 aprile 2014

L’utilizzo dei colori caldi per la casa – La nostra casa è costituita da numerose stanze, ognuna con una funzione diversa dove passiamo molte ore della nostra vita. Poichè è risaputo che i colori influenzano il nostro stato d’animo, è fondamentale che la scelta dei colori delle pareti e dell’arredamento sia studiata correttamente. I colori caldi come l’arancione, il giallo e il rosso sono tonalità attive e stimolanti che accelerano i battiti cardiaci, al contrario dei colori freddi come il viola o il blu che hanno invece proprietà rilassanti.

La scelta dei colori caldi secondo la cromoterapia

I colori caldi per la casa

La scelta dei colori della nostra abitazione non è solo una pura questione decorativa, ma una scelta che influisce sulle nostre emozioni, sensazioni e stati d’animo poiché il colore ha una forte influenza nella nostra vita, e la cromoterapia è quella medicina alternativa che fa uso dei colori come terapia, inquanto l’utilizzo di un colore piuttosto che di un altro può stimolare positivamente determinate funzioni organiche e psichiche. Questo effetto terapeutico può essere ottenuto per esempio tramite l’utilizzo di tessuti colorati, con alimenti scelti nei colori opportuni o con l’utilizzo di fonti luminose colorate. Una casa con la giusta tonalità cromatica può quindi diventare un’abitazione sana e curativa. Con l’utilizzo di colori caldi come le sfumature del rosso, dell’arancione e del giallo si avrà un’azione stimolante, e il corpo umano reagirà con un’accelerazione della respirazione e dei battiti cardiaci, favorendo l’attività e la vitalità. Vivere quindi in una casa con pareti o mobili dai toni caldi favorirà l’allegria e stimolerà le facoltà mentali. L’utilizzo del colore rosso in soggiorno stimolerà la conversazione, l’arancione è perfetto invece per la stanza dedicata al lavoro perchè riesce a creare un ambiente intimo ma dinamico, mentre il colore giallo migliora il rendimento intellettivo ed è quindi da preferire nella camera di uno studente. La medicina dell’habitat ci insegna quindi che i colori della nostra casa sono importanti quanto l’arredamento, le decorazioni e la loro distribuzione.
Le funzioni cromoterapeutiche principali dei colori caldi sono:
– Rosso – ha la capacità di eccitare il sistema psicofisico producendo un effetto stimolante, caldo, vitale, energetico e concorre al superamento di stati d’animo tristi e di stanchezza;
– Giallo – evoca un senso di luminosità, allegria e movimento, ha un effetto corroborante e antidepressivo ed è stimolante delle funzioni intellettive;
– Arancione – tende a comunicare spazialità e tepore, ha un effetto galvanizzante, vitalizzante, antidepressivo e riesce a stimolare gli organi digestivi.


SCOPRI COME ABBINARE I COLORI DI PARETI E MOBILI

L’utilizzo dei colori caldi negli ambienti della casa

Una casa con i colori caldi

– Camera da letto: i colori caldi come il rosso sono indicati solo come stimolatori dell’eros. Per un ambiente riposante sono invece da evitare e da preferire i colori freddi come il bianco, l’azzurro e le tonalità chiare del rosa.
– Cameretta dei bambini: i colori caldi da preferire sono il giallo e l’arancione se la stanza viene usata anche per lo studio e il gioco. Il rosso è il colore perfetto nelle prime settimane di vita di un neonato perchè stimola lo sviluppo psichico.
– Cucina: il colore caldo da scegliere è l’arancione perchè favorisce i processi digestivi, mentre il colore rosso stimola la salivazione, favorendo l’appetito.
– Soggiorno: sono indicati tutti i colori caldi perchè agevolano la socializzazione e la comunicazione.
– Studio: l’utilizzo del colore giallo è indicato perchè favorisce l’attività intellettiva.

SCOPRI COME SCEGLIERE I COLORI PER LE PARETI DEL SOGGIORNO

Consigli pratici per l’utilizzo dei colori caldi

Utilizzo dei colori caldi

– I colori caldi dovrebbero essere usati principalmente negli ambienti come il soggiorno, la cucina e lo studio, mentre i colori freddi andrebbero scelti per gli ambienti dedicati al riposo;
– I colori caldi danno la sensazione di vicinanza e quindi creano un ambiente caloroso ed avvolgente, e sono quindi indicati per chi ama una “casa nido”;
– Le tonalità calde tendono a dilatare lo spazio, le fredde a restringerlo e le neutre si adattano alle grandi superfici;
– Il soffitto tinteggiato con una tinta calda sembrerà più basso ed è quindi perfetta per abbassarlo visivamente nel caso sia troppo alto;
– Per dilatare un ambiente bisogna tinteggiare in primo piano un particolare, un mobile o una parete con un colore caldo e deciso, allontanando le pareti di fondo con tinte chiare;
– E’ bene utilizzare tonalità calde per i locali a nord e quelle fredde per i locali esposti al sole per sfruttare le sensazioni di caldo e di freddo che esse producono;
– Colori contrastanti nello stesso ambiente affaticano la vista e la mente e, inoltre, l’accostamento con i mobili sarà complicato.

Vedi anche: