Foliage: cos’è e le destinazioni per vederlo nel mondo

In autunno, è il momento del foliage. Foglie che cadono e boschi, giardini e parchi che si tingono di colori caldi come il rosso, l’arancione, il giallo e il marrone. Tanti sono i luoghi che mostrano al meglio tale evento rappresentando, per i turisti, una vera e propria attrazione. Scopriamo cos’è il foliage e quali sono le destinazioni per vederlo nel mondo.

Pubblicato da Elena Arrisico Mercoledì 12 settembre 2018

Foliage: cos’è e le destinazioni per vederlo nel mondo
Foto di Smileus/Shutterstock.com

Il foliage è uno degli avvenimenti imperdibili che caratterizzano l’arrivo dell’autunno: un tripudio di colori che riguarda alberi, boschi interi, parchi, giardini e migliaia di foglie colorate che rivestono i marciapiedi di molte città nel mondo. I colori del foliage sono il giallo, il rosso, l’arancione e il marrone. L’autunno e il foliage richiamano, ogni anno, milioni di turisti che, armati di fotocamera, si recano nei vari luoghi per catturare il momento perfetto. Ma cos’è il foliage e quali sono le destinazioni per vederlo nel mondo? Scopriamo di più in merito.

Cos’è il foliage

Foliage cos'è
Pexels

Prima di sapere dove poterlo ammirare dal vivo, è necessario conoscere il fenomeno del foliage. In autunno, tra il mese di ottobre e quello di novembre, alcuni alberi cambiano colore delle foglie, passando dal verde all’arancione, marrone, giallo e rosso, dando vita al fenomeno noto come “foliage”, per l’appunto.

Stare in mezzo alla natura fa bene all’anima e al corpo. Inoltre – a differenza di quanto molti pensino – l’autunno è una stagione ricca di colori, caldi e in grado di mettere su uno spettacolo mozzafiato per gli occhi. I colori degli alberi e il profumo di questi ultimi combattono depressione e stress, per cui una passeggiata al parco o un piccolo week-end in mezzo alla natura è l’ideale per rigenerare mente e organismo. Cosa fare, dunque? Armatevi di fotocamera e, magari, riuscirete a cogliere il magico attimo in cui una foglia si stacca da un albero per adagiarsi, lentamente, a terra.

Il foliage in Italia

Foliage Valle d'Aosta
Foto di MrLis/Shutterstock.com

Il foliage si presenta, in autunno, dove c’è della vegetazione. Dove poter ammirare il foliage in Italia? Vicino al Monte Bianco, Courmayeur, in Valle d’Aosta, è una delle mete da non perdere in questo periodo dell’anno: le piste da sci sono ancora prive di neve, ma è possibile godere appieno della montagna sia a piedi che in bicicletta. Imperdibili sono la Val Veny e la Val Ferret, dove ammirare il giallo degli aceri, il verde delle conifere e il rosso e l’arancione delle latifoglie. Nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, potrete godere dello spettacolo dei boschi delle Alpi Graie e dei pioppi, noccioli, ciliegi e castagni presenti.

Foliage Trentino-Alto Adige
Foto di francescoriccardoiacomino/Shutterstock.com

In Umbria, ci sono boschi di latifoglie e numerosi filari di vite che si colorano di arancione, come nel caso dei vigneti di Montefalco. In Trentino-Alto Adige, la Val di Funes e la Val di Non sono l’ideale per ammirare le tantissime foglie colorate in vigneti e meli, i cui colori si riflettono nelle acque del lago Tovel. Sempre in Trentino, sono davvero tante le specie di alberi da ammirare: querce rosse e aree botaniche nelle vicinanze del castello di Trauttmansdorff, dove è consigliabile intraprendere il percorso da Merano verso il castello dell’Imperatrice Sissi, il cui giardino – tra aceri giapponesi e latifoglie nordamericane – vi rapirà con la sua esplosione di colori.

Foliage Sila
Foto di marcos971/Shutterstock.com

Ci sono, poi, le foreste del Casentino in Toscana e la foresta in Umbria, nel cuore del Gargano, dove potrete passeggiare e fare trekking tra querce, aceri e faggi secolari. Tra le località più belle, al Sud Italia, per ammirare il foliage, ci sono anche il Parco Nazionale della Sila – in Calabria – e il Parco Regionale dei Monti Picentini, che si trova in Campania e che, da Salerno ad Avellino, permette di ammirare castagni, faggi e aceri dai colori caldi come l’oro, l’arancione e il rosso: nel Parco Nazionale della Sila avrete, inoltre, modo di vedere da vicino i cosiddetti “Giganti di Fallistro”, ovvero degli alberi altissimi caratterizzati da tronchi di diametri fino a 6 metri.

Il foliage nel mondo

Foliage New York
Foto di Songquan Deng/Shutterstock.com

Ma il foliage è diventato famoso nel mondo, soprattutto per lo spettacolo che offre a Central Park, a New York e nel New England, dove ci sono alcune delle foreste più incantevoli. Negli Stati Uniti, il foliage è considerato una vera e propria attrazione turistica: Central Park è, ad esempio, il polmone verde della Grande Mela ed è dove, in autunno, potrete rilassarvi, passeggiando tra gli alberi multicolore e i grattacieli che avete spesso visto in TV. Da non perdere, anche il Québec e la Nuova Scozia – in Canada – il Vermont e il Maine nel New England: qui troverete, infatti, chilometri di foreste e di boschi che, con l’arrivo della stagione autunnale, cambieranno letteralmente veste.

Foliage Kyoto
Foto di Sean Pavone/Shutterstock.com

Giappone e Cina sono altre due ottime alternative per chi ama viaggiare. La Valle del Jiuzhaigou – nella provincia di Sichuan, in Cina – è una riserva naturale nota per le sue cascate e i suoi laghi, oltre che per la natura verde che si dipinge di colori caldi contrastanti con il turchese dell’acqua. In Giappone, Tokyo e Kyoto sono due delle tappe da segnare sulla mappa per ammirare il foliage: potreste fare delle escursioni per scoprire il rosso del Momijigari – l’acero giapponese – la città di Nikko, il lago Chūzenji e i parchi della città imperiale di Kyoto.

Foliage Austria
Foto di Vadym Lavra/Shutterstock.com

Infine, rientrando in Europa, troviamo la Germania con Berlino – una delle capitali più verdi d’Europa, grazie all’enorme quantità di parchi pubblici – l’Austria con il paesino di Hallstatt e l’omonimo lago, il lago Bled e le Alpi Giulie in Slovenia, l’isola di Skye in Scozia e la Riserva Naturale di Aulanko in Finlandia, dove ci sono alcune delle foreste e delle cascate più belle d’Europa. Avete già deciso dove andare?