Fai da te: lucidare un mobile

Tirare a lucido un mobile potrebbe risultare costoso se fatto fare da un negozio specializzato. Se avete buona manualità con i lavori di bricolage o vi sentite pronti a farlo, vi diamo qualche consiglio su come operare.

Pubblicato da Ryan86 Lunedì 26 aprile 2010

Fai da te: lucidare un mobile

Lucidare un mobile è un procedimento non facile ma di grande efficacia. Basta solo qualche suggerimento pratico e ne uscirà un buon lavoro di restauro. La lucidatura di un vecchio mobile che era già stato trattato in precedenza con vernici, deve essere preceduta dalla sverniciatura e dalla levigatura della superficie da trattare. La prima serve per rimuovere i vecchi strati di vernice mediante l’utilizzo di solventi o di macchine che sfruttano il calore per lo stesso scopo. La levigatura invece predispone il mobile a ricevere la nuova mano di vernice che darà l’effetto lucido al mobile.

Partiamo quindi a descrivere la corretta procedura per effettuare una efficace sverniciatura di un mobile. Utilizzando un pennello o un panno bene imbevuto distribuite lo sverniciatore su tutta la superficie da trattare. Il tempo di reazione del prodotto sarà breve e scioglierà i vari strati di vernice accumulati nelle precedenti operazioni. Consigliamo l’utilizzo di guanti impermeabili ed una mascherina dato che il solvente sarebbe meglio che entri meno possibile nelle vostre vie respiratorie. Rimuovete ora il materiale sollevato con della lana d’acciaio senza pressione e continuare finchè la superficie è priva di ogni residuo.

Passiamo ora alla levigatura. Prendete alcune manciate di gesso da falegname mescolato con un paio di mestoli scarsi di colla animale. Impastate con una spatola per ottenere un composto omogeneo e morbido color nocciola. Aggiungete del mordente o un po’ di terra colorante in polvere per adattare la pasta al colore del vostro mobile. Spalmate il composto su tutta la superficie. Si potranno creare piccole bolle in corrispondenza dei buchi da tarlo, non preoccupatevene. Strofinate delicatamente della carta vetrata fine su tutto il legno, anche negli angoli più nascosti, dopodichè togliete la polvere con un panno asciutto.

Passate con un pennello della gommalacca e lasciate asciugare la prima mano prima di pulire con una delicata pulitura con un panno pulito. Intridete con la vernice una manciata di fili di lana e avvolgeteli in uno strofinaccio in modo da ottenere un tampone che filtrerà il liquido. Stendete omogeneamente il tutto senza passare due volte sulla stessa zona. Poco prima che si asciughi completamente passateci nuovamente con movimenti circolatori. Lasciate riposare e tempo pochi minuti il vostro vecchio mobile sarà tirato a nuovo.

Immagine presa dal sito www.lalucidaturarestauri.it
Idea tratta dal libro “Idee per riparare e decorare i mobili” di Gribaudo