Fai da te: dipingere le pareti di casa

Fra un pò dovrebbe arrivare la primavera (il condizionale è d'obbligo guardando fuori dalla finestra!). E con essa arriverà anceh il desiderio di fare qualche lavoretto in casa. Cosa c'è di meglio di un weekend dedicato interamente al proprio nido? Con il primo caldo, per esempio, si crea la condizione migliore per dipingere le pareti di casa. Può essere anche una cosa divertente ma di certo non è da prendere sotto gamba. Soprattutto perchè poi bisogna tenersi il risultato raggiunto o comunque lavorarci una seconda volta. Vediamo insieme passo per passo cosa fare.

Pubblicato da Assunta Corbo Martedì 9 marzo 2010

Fai da te: dipingere le pareti di casa

Fra un pò dovrebbe arrivare la primavera (il condizionale è d’obbligo guardando fuori dalla finestra!). E con essa arriverà anche il desiderio di fare qualche lavoretto in casa. Cosa c’è di meglio di un weekend dedicato interamente al proprio nido? Con il primo caldo, per esempio, si crea la condizione migliore per dipingere le pareti di casa. Può essere anche una cosa divertente ma di certo non è da prendere sotto gamba. Soprattutto perchè poi bisogna tenersi il risultato raggiunto o comunque lavorarci una seconda volta. Vediamo insieme passo per passo cosa fare.

Per prima cosa serve preparare la parete. Se quest’ultima è ricoperta di carta da parati occorre prima staccarla usando possibilmente la macchina adatta. Si può acquistare o anche noleggiare nei negozi fai da te. Finita questa prima parte di lavoro provvedete a eliminari eventuali residui grattando il muro con una spatola. Staccata la carta da parati (fate un lavoro fatto bene, mi raccomando!) stendete uno strato di intonaco. Quindi levigate e dipingete.

Se invece sul muro avete già uno strato di vernice allora potrete levigare buchi e crepe con cartavetrata applicando poi dello stucco oppure ricoprire le superfici da intonacare con vernice gliceroftalica. Altra soluzione è chiudere i buchi con il gesso, ma in questo caso occorre aspettare che sia ben asciutto prima di verniciarlo con la pittura acrilica. Quindi passate l’intonaco.

E veniamo quindi al passaggio dell’intonaco. Si tratta di un’operazione non difficile ma da fare con attenzione. Si stende sul muro uno o più strati di intonaco fino ad ottenere una parete completamente liscia. Una volta ottenuto questo effetto allora levigate la parete con la cartavetrata a grana fine.

A questo punto non resta che passare la vernice. Potete scegliere quella acrilica che è abbastanza economica, facile da usare e soprattutto non inquina molto. Non è però adatta alle stanze umide come il bagno. La vernice gliceroftalica aiuta, invece, a far sparire tracce di umidità e di sporco. E’ perfetta per bagni e rivestimenti esterni.

Scelta la vernice le operazioni da fare sono le stesse. Per stendere il prodotto sulla parete dovete procurarvi: un rullo, per la parete e il soffitto; un pennello, per i bordi e le rifiniture; un recipiente rettangolare da cui attingere la vernice con il rullo.

Divertitevi a stendere la vernice….