Fai da te: creare uno scacciapensieri in ceramica

da , il

    Fai da te: creare uno scacciapensieri in ceramica

    Per le amanti del fai da te, chi di voi conosce lo scacciapensieri? Solitamente lo si trova all’esterno delle case, davanti a porte o finestre, e lo si sente risuonare nei giorni di vento, creando un grazioso sottofondo musicale capace di trasmettere serenità. Molti lo fissano perpendicolarmente al proprio letto, perché si dice che di notte lo scacciapensieri abbia il potere di scacciare i brutti sogni e gli incubi. Allora, vale la pena tentare di costruirne uno con le nostre mani: uno scacciapensieri fai da te, sarà più facile e veloce di quanto pensiate. Vediamo.

    I materiali che occorrono sono una lastra di argilla, degli stampini dalle forme che vogliamo, stuzzicadenti, filo di bava e forbici.

    Poniamo la lastra di argilla su una base solida e ricaviamo le forme che più ci piacciono con l’aiuto degli stampini: lo spessore dovrà essere di almeno mezzo centimetro. Lasciamo da parte una porzione di argilla più grande, della forma che desiderate, sarà la base del nostro scacciapensieri, da cui partiranno le decorazioni a filo.

    Ogni piccola forma creata dovrà avere un foro nella parte superiore, per permettere al filo di passarvi; potete utilizzare lo stuzzicadenti, cercando di non forare troppo vicino al bordo esterno. Sempre con lo stuzzicadenti, forate la porzione più grande di ceramica: tanti più fili vogliamo far passare, tanti fori dovremo fare ed è importante farli abbastanza ravvicinati tra di loro, anche qui evitando di forare troppo vicino al bordo.

    Ottenute tutte le forme ed i fori, è il momento di cuocere in forno l’argilla: la cottura varia sempre in base al tipo di argilla scelta, in quanto, una volta cotta ed unita ad altri materiali, l’argilla si trasforma in un certo tipo di ceramica con caratteristiche e particolari diversi.

    Ora, tagliamo i fili di bava con lunghezze diverse: alcuni più lunghi, altri più corti, altri ancora che si fermino a metà tra le due lunghezze. Il primo filo va fatto passare in uno dei fori del sostegno di argilla, quello che abbiamo creato con la porzione più grande; è importante eseguire un nodino subito dopo il passaggio del filo, per bloccare lo scorrimento dello stesso. A questo punto, facciamo passare il filo anche nelle formelle, bloccandole più su o più giù, a seconda delle posizioni che abbiamo scelto. Potete anche alternare le varie forme con delle decorazioni tipo perle o palline.

    Una volta terminati tutti i fili, avremo il nostro bellissimo scacciapensieri, da appendere dove più ci piace!