Fai da te: come creare stampini di frutta

da , il

    Creare stampini con il fai da te è molto semplice; spesso, si usano per decorare tovaglie, tovaglioli, tende, lenzuola, ma anche coperte, cuscini e chi più ne ha, più ne metta. Le forme ed i colori variano a seconda del soggetto: in questa guida impareremo a creare degli stampini di frutta. Tutto quello che ci occorre sono due strofinacci bianchi, un ferro da stiro, un mollettone, un mollettone, alcuni spilli, un coltello e la frutta che desideriamo, ad esempio un limone o un’arancia. Per i colori che vogliamo usare, è importante scegliere quelli adatti per i tessuti. Vediamo come procedere.

    Prendiamo lo strofinaccio che vogliamo decorare e stiriamolo per eliminare le pieghe; dopo averlo stirato, fissiamolo sul piano dove vogliamo lavorare. Prendiamo un limone (la grandezza sceglietela voi) e tagliamolo a metà in orizzontale: spremiamolo leggermente per far uscire un po’ di succo, in modo che il colore successivo si fissi meglio con la polpa.

    Prendiamo un piatto di carta, versiamo all’interno il colore giallo diluito con un po’ di acqua. Amalgamiamo con un pennello apposito di fibra sintetica o naturale, fino a formare una specie di crema colorata; a questo punto, coloriamo una metà del limone e facciamo una prova su un foglio per vedere se il colore e la forma ottenuti siano di nostro gradimento.

    Se il disegno ottenuto è corretto, possiamo iniziare a decorare il nostro strofinaccio appoggiando il limone dove vogliamo. Se desideriamo disegni che siano di vario genere, possiamo utilizzare anche gli stencil fai da te. Una volta finito, lasciamo asciugare e ritocchiamo le parti meno nitide, se ce ne fosse bisogno. Una volta che i disegni si sono ben asciugati, stiriamo lo strofinaccio a rovescio con il ferro caldo, in modo da fissare i colori. Ricordate che la pressione del frutto sul tessuto varia a seconda del tipo di tessuto stesso: ad esempio, una trama spessa o ruvida necessita di una pressione più forte e decisa, mentre i tessuti più sottili possono avere anche una spinta leggera.

    Lo stesso procedimento può essere usato con altra frutta, ad esempio arance o mele, tagliate sia a metà sia a spicchi. L’idea può essere molto carina sopratutto per creare simpatiche tovaglie da cucina.