Decoupage: l’effetto finto marmo

da , il

    Decoupage: l’effetto finto marmo

    Prove dell’esecuzione del finto marmo da parte di abilissimi artigiani ci vengono fornite fin dal 2200 a.C. Per secoli questo effetto è stato utilizzato per impreziosire porte o soffitti, oltre che piani di tavoli. Era considerato un riconoscimento di abilità dell’artigiano commissionare qualcosa realizzato con la tecnica del finto marmo. Riprodurre il marmo è un’esperienza di grande soddisfazione e ogni artigiano ha i propri trucchi e metodi, usando materiali diversi. Di seguito proveremo a realizzare una venatura di base su di una tavoletta di compensato, in modo da prepararla per un lavoro di decoupage.

    Stendete il colore acrilico bianco sulla tavoletta e attendete la completa essiccazione. Sopra la base bianca, stendete con il pennello un colore diluito che avrete ottenuto mescolando i tre colori acrilici: nero, verde e terra d’ombra.

    Rapidamente, prima che il colore si secchi, tamponate delicatamente la superficie con un sacchetto di plastica appallottolato, in modo da creare un fondo screziato. Questa tecnica prevede una formazione casuale di zone più chiare, altre più in rilievo. Prima che il colore sia secco, passate il pennello grande morbido sul pannello, con un movimento a zig-zag ma senza graffiare, in modo da creare alcune zone sfumate.

    Lasciate seccare bene la superficie e con un pennello sottilissimo, appena intinto nel bianco un po’ diluito con medium ritardante, seguendo una traccia che si è già formata, create elle venature sottilissime, che in alcuni punti saranno più marcate imitando il vero marmo. Meglio comunque limitarsi a poche tracce.

    Con lo stesso pennello inzuppato d’acqua, passate vicino alla venatura appena tracciata toccandola appena. Così l’acqua contenuta nel pennello sfumerà il colore da una parte, creando ancora un più efficace effetto marmorizzato.

    Dopo la completa essiccazione, la superficie è pronta per il decoupage e quindi all’applicazione di immagini. In seguito alla fase di annegamento e di verniciatura, strofinate il lavoro con una buona cera protettiva e lucidate così da dare un aspetto molto naturale.