Decora le tue ceramiche con la decalcomania

da , il

    Decora le tue ceramiche con la decalcomania

    La decalcomania è un’arte molto antica e pensate che le sue origini risalgono al secolo XVIII, in Inghilterra. Questa tecnica decorativa venne inventata da un francese che gli diede il nome decalquer, da cui ne derivò poi il nome attuale. Questa tecnica nacque con la funzione primaria di decorare la ceramica e venne successivamente utilizzata per altri scopi, come ad esempio nel ramo fotografico viene usata tuttora per stampare fotografie e immagini a colori su diverse superfici. Questa tecnica applicata alla decorazione degli oggetti in ceramica, viene usata oltre che a livelli industriali, anche in casa a livello di hobby.

    La stampa su ceramica a livello industriale avviene nel seguente modo: dopo l’applicazione a freddo della figura da riportare sulla superficie, viene poi fissata scaldando in forno ad altissime temperature. Gli oggetti lavorati sono solitamente piastrelle, piatti, vasi, porcellane e in genere qualsiasi oggetto di ceramica.

    A livello di fai da te invece il lavoro viene fatto a freddo, applicando prima la decorazione già stampata su carta, sull’oggetto che poi dovrà essere immerso completamente in acqua per circa venti minuti. La carta si staccherà con facilità e la raffigurazione desiderata rimarrà impressa sulla superficie. Dopo l’esecuzione, il lavoro andrebbe fatto riposare per almeno due giorni completi dopodiché sarà possibile (ma non obbligatorio), se si vuole fissare meglio la figura, stendere una mano di vernice trasparente sull’utensile.

    Esistono tuttavia altri tipi di decalcomania che vengono trasferiti mediante calore. Ad esempio per trasferire su stoffa, dopo aver posizionato la trama da imprimere, mediante un ferro da stiro caldo, basta fare qualche passata con un po’ di pressione in più e l’immagine aderirà perfettamente, fondendosi tra le trame del tessuto.

    Immagine tratta dal sito www.esseascreen.com