Curiosità: limited edition per i 150 anni di Campari

Vanessa Beecroft, Avaf e Tobias Rehberger sono i tre grandi artisti chiamati da Campari per interpretare le etichette in occasione del 150 anniversario dell'azienda. Tre bottiglie in limited edition che interpretano la femminilità

Pubblicato da Assunta Corbo Mercoledì 24 marzo 2010

Mi intrigano sempre le limited edition di liquori, vini o simili che festeggiano gli anniversari importanti. In questo caso parliamo di Campari e di una serie di bottiglie pensate per festeggiare i 150 anni del brand. Come la celebre bottiglietta triangolare di Fortunato Depero del 1932 si spera che anche queste tre bottiglie possano diventare dei cult. Questa volta sono stati chiamati tre grandi artisti a cui è stato dato il motivo di ispirazione: la femminilità.

Sono passati 150 anni dalla nascita del celebre brand Campari che vuole festeggiare la ricorrenza proponendo tre varianti di etichette ispirate alla femminilità, erotica, androgina e digitale. Per realizzare le tre opere sono stati chiamati altrettanti artisti:
Vanessa Beecroft, Avaf e Tobias Rehberger. Un’ottima idea per un regalo ad appassionati del genere o del brand.

La bottiglia customizzata da Vanessa Beecroft rappresenta una donna riassunta in modo simbolico con una chioma di capelli. Un chiaro riferimento alle naked models dell’artista italiana trasferitasi a New York. Il collettivo Avaf, invece ha pensato ad una bottiglia rosso porpora che rappresentasse una femminilità inafferrabile e calda idealizzata in un mix tra Nina Simone e la regina Nefertiti. Intrigante astrattismo.

E veniamo all’arti-designer Tobias Rehberger che ha interpretato il brand Campari come una pozione magica. L’etichetta, quindi, si barcamena a cavallo tra design digitale e le sue tecniche neorealiste.

foto mariclaire.it