Come togliere i graffi dal vetro

Ecco qualche consiglio per togliere, o tentare di, i graffi dalla superficie dei vetri di casa.

Pubblicato da Camilla Buffoli Lunedì 22 aprile 2013

Come togliere i graffi dal vetro

Capita a tutti, prima a poi, di cercare il modo di togliere i graffi dal vetro, per riparare piccoli e grandi disastri. Molti si interrogano, pochi sanno trovare la risposta giusta. Che si tratti del vetro dell’auto, di quello dell’orologio o di quello delle finestre di casa, macchie, aloni e graffi sono il peggior incubo da eliminare. Se per macchie e aloni, basta un buon detersivo o acqua e aceto, abbinati a una buona dose di “olio di gomito”, quando si tratta di graffi, la strategia d’attacco vincente potrebbe essere più complicata del previsto. Ecco qualche consiglio utile per affrontare con gli strumenti giusti, i piccoli e grandi graffi che rischiano di rovinare la superfice dei vetri.

Carta di giornale

Carta dei giornali per i vetri

La ricetta dal risultato garantito, quando il problema sono i graffi sul vetro, non esiste. Ci sono, però, alcuni validi alleati delle pulizie di casa che si possono sfruttare al meglio per tentare di migliorare la situazione. Il primo tentativo, se i graffi sono di lieve entità, si può fare con la carta di giornale, strofinando una pagina del quotidiano del giorno prima ed effettuando una leggera pressione sulla porzione di vetro interessata dai graffi. La carta ruvida e l’inchiostro lubrificante potrebbero fare la “magia” e far sparire i tanto odiati segni sul vetro.

Segatura e pasta abrasiva

Segatura di betulla

Una miscela fai da te può essere l’alternativa leggermente più aggressiva per cancellare i graffi. Si tratta di un mix di segatura di betulla e di pasta abrasiva leggera. Basta mescolare il tutto e stenderne un pizzico, strofinando leggermente, sui graffi. Dopo l’applicazione, è necessario rimuovere ogni traccia di pasta o segatura passando sul vetro prima con un po’ di acqua tiepida e poi con un panno asciutto. Per completare la pulizia del vetro, si può passare anche con la carta di giornale.

Pasta diamantata o polish

Pasta diamantata

Se anche questa mistura improvvisata non basta, ci si può affidare a due prodotti da professionisti, la pasta diamantata o il polish lucidante per vetri. È importante, però utilizzare queste sostanze con cautela, chiedendo consiglio anche ai rivenditori, per evitare di peggiorare la situazione del vetro, invece di migliorarla. La pasta diamantata è un composto a olio che contiene micro-particelle di diamante: il consiglio è di preferire quella con la grana più sottile e di stenderla, con l’aiuto di un batuffolo di cotone sull’area del vetro interessata, strofinando con delicatezza. Stesso metodo di applicazione anche per il polish lucidante, un prodotto detergente specifico per il vetro. In entrambi i casi, il passo successivo, è la detersione del vetro con un po’ di acqua tiepida, aceto e, di seguito, con un panno asciutto.