Come sostituire una lampadina

Ecco alcuni consigli e istruzioni utili per capire come cambiare una lampadina in modo facile, efficace e veloce.

Pubblicato da Camilla Buffoli Mercoledì 16 settembre 2015

Come sostituire una lampadina

Come sostituire una lampadina nel modo più veloce ed efficace possibile? Un gioco da ragazzi, per molti, ma non per tutti. Sicuramente è un lavoretto fai da te davvero semplice, ma per evitare ogni rischio, meglio sapere con esattezza come muoversi. Ecco, passo per passo, tutti i consigli utili e le istruzioni ad hoc per sostituire al meglio una lampadina di casa.

Togliere la lampadina vecchia

La prima cosa da fare è eliminare la vecchia lampadina che non funziona più come dovrebbe. Allo scopo, prima di ogni cosa, va verificato che non sia davvero più in grado di fare il suo dovere al meglio. Come? Basta scuoterla leggermente, se si sente il rumore di componenti rotti o staccati all’interno non è un buon segno, cioè indica che il filamento di tungsteno che si trova al suo interno si è spezzato rendendola inutilizzabile, oppure provare ad avvitarla su un altro portalampade. Il tutto con un’accortezza d’obbligo per evitare rischi: lasciarla raffreddare prima di svitarla, maneggiarla o toccarla a mani nude oppure utilizzare un panno per svitarla sempre in senso antiorario.

SCOPRI 10 IDEE ORIGINALI PER RICICLARE LE VECCHIE LAMPADINE

Metterne una nuova

Eliminata la lampadina che non funziona più è giunto il momento di sostituirla con una in grado di fare davvero il suo dovere. Una lampadina nuova che dovrà essere, per ovvi motivi, dello stesso modello, dimensione e potenza di quella vecchia. Per completare la missione sostituzione con successo basta avvitare la nuova lampadina nel portalampada girando in senso orario. Un’altra raccomandazione: ogni operazione di sostituzione delle lampadine, per evitare ogni rischio, andrebbe fatta in assenza di corrente elettrica, meglio quindi staccarla momentaneamente.