Come si coltivano gli anemoni

Gli anemoni sono fiori bellissimi, ma parecchio delicati. I loro rizomi si piantano in autunno. Le piantine iniziano a crescere verso la fine dell'inverno e la fioritura si ha in primavera

Pubblicato da Irene Mercoledì 31 agosto 2011

Come si coltivano gli anemoni

Volete piantare qualche fiore a settembre o ad ottobre? Scegliete gli anemoni! Sono piante erbacee rizomatose, che fioriscono all’inizio della primavera. Le specie più coltivate da noi sono l’anemone coronaria e l’anemone blanda. Si interrano i rizomi e ogni rizoma produce pianta, la cui altezza varia tra gli 8 e i 20 cm. Dalla pianta si sviluppa un fusto sottile con fiori grandi e colorati vivacemente, ma che, purtoppo, sono molto delicati.
I rizomi vanno interrati in giardino in autunno. Vanno messi in una posizione semiobreggiata e in un terreno ben drenato. Si interrano a circa 10 cm di profondità e distanziati di 15-20 cm l’uno dall’altro. Alla fine di ottobre, bisogna coprire bene con delle foglie secche i punti in cui avete piantato i rizomi, in modo che siano protetti dal freddo.

Le piante inizieranno a svilupparsi verso la fine dell’inverno. Gli anemoni fioriscono fino a tarda primavera. Poi, terminata la fioritura e quando le foglie si seccano, i rizomi andrebbero tolti dal terreno, fatti asciugare e poi posti in un luogo fresco e asciutto fino al successivo autunno, quando si potranno nuovamente interrare.