Come pulire la cappa

La cappa è uno degli strumenti della cucina che più si sporca ogni volta che cuciniamo. E' bene tenerlo pulito per garantire la sua funzionalità. Ecco qualche consiglio pratico per la sua manutenzione

Pubblicato da Assunta Corbo Giovedì 8 aprile 2010

Come pulire la cappa

In cucina facciamo molte cose, è la stanza più vissuta della casa in effetti, ma soprattutto cuciniamo. Il che è una pratica molto bella che però sporca anche molto. Ecco perchè spesso ci troviamo una cappa molto sporca. E purtroppo non sempre ci rendiamo conto che una cappa efficente tiene lontano fumo, grassi, vapori e cattivi odori garantendo anche un ambiente sano. Quindi, vista la sua importanza, è bene tenerla molto pulita.

Tenere una cappa pulita significa fare con regolarità la pulizia e la manutenzione della stessa. Dal punto di vista funzionale occorre prima di tutto differenziare le cappe aspiranti dalle cappe filtranti. Le cappe aspiranti sono più efficienti di quelle filtranti in quanto convogliano l’aria malsana all’esterno dell’ambiente, eliminando fumo, grassi e cattivi odori, mentre quelle filtranti dopo averla depurata, grazie alla presenza di specifici filtri, la rimettono nello stesso locale.

Entrambe sono dotatea di un apposito filtro antigrasso mentre solo le cappe filtranti prevedono anche un filtro ai carboni attivi che cattura gli odori. Per pulire i filtri dovete attenervi a quanto scritto nel libretto d’uso dell’elettrodomestico. Il filtro antigrasso ( metallico) può essere messo in lavastoviglie, mentre il filtro antigrasso ai carboni attivi periodicamente deve essere sostituito.

La cosa importante è fare queste operazioni con regolarità