Come pulire il piano cottura

Tra i lavori da fare periodicamente in casa anche la pulizia dei fuochi che si sporcano con molta facilità durante la cottura dei cibi. Servono pochi accorgimenti per evitare di fare il lavoro più lungo

Pubblicato da Assunta Corbo Sabato 10 aprile 2010

Come pulire il piano cottura

Ci sono lavori da fare in primavera e altri che andrebbero fatti periodicamente per evitare di trovarsi lo sporco e il grasso. Soprattutto se parliamo della cucina. Abbiamo visto come pulire il forno e la cappa, ora veniamo ai fornelli. La cosa importante da segnarsi e da fare è di pulire le macchie subito. Quando dalla pentola esce acqua, latte o brodo bisogna pulire immediatamente. In questo modo si complicano meno le cose.

Pulite bene, quindi, subito e asciugate in modo che l’acqua non finisca nel meccanismo interno al fuoco. Per il coperchio in vetro, invece, usate i prodotti specifici, per quello smaltato utilizzate acqua e detersivo per i piatti. Ricordate sempre di asciugare bene per evitare la formazione di aloni dopo la pulizia.

Le manopole si puliscono semplicemente con un panno umido, tirandole leggermente verso l’esterno per evitare la fuoriuscita di gas.
I bruciatori vanno puliti dalle incrostazioni mentre gli spartifiamma si lavano con acqua e detersivo per i piatti. Si possono anche mettere a bagno nell’aceto.