Come curare le piante nel mese di settembre

Prima dell'arrivo dell'autunno, bisogna pensare al benessere delle piante. Sia quelle d'appartamento che quelle da esterno hanno bisogno di cure per affrontare al meglio l'arrivo dei primi freddi

Pubblicato da Irene Mercoledì 14 settembre 2011

Come curare le piante nel mese di settembre

Settembre vede l’estate che se ne va, purtroppo, e l’autunno che prende il suo posto. Cosa dobbiamo fare con le nostre piante? Sia quelle d’appartamento che quelle che stanno all’esterno hanno bisogno di particolari attenzioni, visto che dovranno affrontare questo cambio di stagione che porterà verso i primi freddi. Le piante che stanno fuori, sul balcone o in giardino, vanno annaffiate regolarmente, soprattutto se fa ancora caldo e se non piove da parecchi giorni.
Anche la somministrazione di fertilizzanti appositi sono fondamentali, perché molte piante continueranno a fiorire, come ad esempio i gerani, le petunie e le verbene. Nelle zone dove le piogge sono abbondanti, e la temperatura già più bassa, dovete togliere i sottovasi perché l’acqua residua non riesce ad evaporare in fretta, quindi i ristagni potrebbero causare del marciume.

Provvedete a rinvasare ciclamini, cinerarie, violette africane, e primule. I ciclamini terminano il riposo vegetativo, quindi si può ricominciare ad annaffiarli. Verso la fine di settembre, tutte le piante d’appartamento che avete messo sul balcone durante la primavera, vanno riportate all’interno, solo dopo esservi accertate che non abbiano parassiti.