Come curare le piante: le felci

da , il

    Tra le piante più amate e ricercate da tenere in appartamento figurano le felci che vengono considerate molto attraenti ed eleganti. Esistono diversi tipi di felce: quella di Boston e la davallia hanno le fronde frastagliate e ricadenti e arrivano fino a mezzo metro di lunghezza; il capelvenere sembra più una nuvoletta verde sospesa nell’aria; quella con le corna d’alce, infine, è molto più elegante e curiosa. Di fatto ognuna di loro ha un suo fascino particolare sebbene siano molto difficili da tenere.

    Le felci sono piante che hanno bisogno di molte cure davvero. E’ importante rispettare le loro esigenze per farle crescere rigogliose. Vediamo insieme le cose da fare e da non fare assolutamente.

    Innaffiare. Ricordate che la terra deve restare sempre un pò umida. In inverno bagnate due volte alla settimana, in estate almeno quattro volte. Usate sempre acqua a temperatura ambiente e decalcificata.

    Nebulizzare Le foglie si disidratano con facilità quindi inumiditele ogni giorno. Soprattutto se avete la davallia e la capelvenere.

    Schermare Le felci amano molto i posti luminosi ma anche ombreggiati. Se avete posizionato il vaso sul davanzale di una finestra schermate il vetro con una tenda se no il sole ustiona le foglie.

    Ruotare Come spesso accade per le piante, vanno girate una volta alla settimana di 180 gradi. In questo modo si evita che la pianta cresca sbilanciata a seconda della luce.

    Concimare Da marzo ad agosto aggiungete all’acqua con cui annaffiate del fertilizzante per piante verdi da interni. Fatelo ogni due settimane.

    Pulire Infine, tenete la pianta pulita togliendo le foglie secche che cadono sulla terra e tagliate le fronde spoglie. Fate questo lavoro ogni settimana.