Come creare un ammorbidente fai da te

Come creare un ammorbidente fai da te? Ecco alcuni utili consigli per poter creare un ammorbidente ecologico in casa.

Pubblicato da Elena Arrisico Lunedì 11 luglio 2016

Come creare un ammorbidente fai da te

Come creare un ammorbidente fai da te? In vendita esistono diversi prodotti adatti per avere dei capi puliti, profumati e morbidi: questi, però, contengono sostanze chimiche dannose – come additivi, fosfati, addensanti e coloranti – per l’ambiente e per la salute. Come fare, quindi? Esistono, fortunatamente, dei rimedi naturali altrettanto efficaci, da poter utilizzare nelle pulizie di casa. Ecco alcuni utili e semplici consigli per creare un ammorbidente fai da te, naturale ed ecologico per i tessuti e il bucato.

Ammorbidente fai da te: bicarbonato, aceto e fogli di alluminio

Bicarbonato

Il bicarbonato di sodio è estremamente utile in diversi ambiti, quando si tratta di faccende domestiche: in questo caso, è ottimo da sciogliere – nella quantità di mezzo bicchiere, per rimuovere l’elettricità statica dei tessuti e addolcire l’acqua – in acqua da aggiungere in lavatrice per il lavaggio degli indumenti. L’aceto è un’alternativa da non sottovalutare, dato che disinfetta sia il bucato che la lavatrice: potete, infatti, aggiungere un bicchiere di aceto all’acqua di lavaggio, versandolo nell’apposito cestello o nella vaschetta dedicata all’ammorbidente. I fogli di alluminio sono in grado di ridurre l’elettricità statica: inserite un foglio di alluminio accartocciato a sfera all’interno della lavatrice e renderà gli indumenti morbidi.

SCOPRI GLI USI DEL BICARBONATO

Ammorbidente fai da te: acido citrico, sale e oli essenziali

Sale

Anche l’acido citrico fa parte di quegli ingredienti utili in questo caso: sciogliete tre cucchiai di acido citrico in 500 millilitri di acqua – all’interno di un flacone di plastica con tappo, che potrete agitare – e versate parte della soluzione nell’apposito scomparto dedicato all’ammorbidente, all’occorrenza. Anche il sale grosso è utile come ammorbidente: aggiungetelo solo a fine lavaggio. Gli oli essenziali possono essere utilizzati – della profumazione che si preferisce, come limone o lavanda – per profumare i capi e vanno, eventualmente, aggiunti ai metodi indicati precedentemente.

SCOPRI GLI USI ALTERNATIVI DEL SALE

Ammorbidente fai da te: consigli

Lavatrice

Sarebbe, inoltre, opportuno dividere il bucato per tessuti per ridurre l’elettricità statica: separate i tessuti naturali – come il cotone e il lino – da quelli sintetici. Non dimenticate che i lavaggi a temperature basse sono indicati per avere capi più morbidi. Infine, se il fai da te non fa proprio al caso vostro, sappiate che – presso i supermercati biologici – potrete trovare degli ammorbidenti naturali ed ecologici, che potrebbero fare al caso vostro.