Coltivare le fragoline di bosco nel proprio orto

da , il

    Coltivare le fragoline di bosco nel proprio orto

    Le fragoline di bosco sono le fragole selvatiche esistenti in Europa. Crescono spontaneamente anche in molte regioni italiane e per questo sono anche molto semplici da coltivare se avete un orto o un giardino con angolo dedicato a frutta, verdura e spezie. Le potete utilizzare, a seconda della produzione, per fare marmellate, macedonie, torte oppure potete semplicemente mangiarle come frutta. Ma con tutto l’orgoglio di qualcosa coltivato da voi stesse.

    Le fragoline di bosco, che si chiamano Fragaria vesca, sono piante europee di origine, a differenza di quelle a grossi frutti che invece sono arrivate dall’America alla fine del XVIII secolo. La produzione di fragoline di bosco è in media di 100-150gr di frutti.

    Esistono diverse varietà di fragoline di bosco. La Reine des Vallées ha dei frutti rossi con polpa bianca che sono molto profumati. Garantisce un buon rendimento ma non garantisce la moltiplicazione. La varietà Blanche de bois invece ha frutti bianchi, o meglio color avorio molto dolci. Infine la fragolina Capron è profumatissima e deliziosa. Si produce molto bene ed è nota come fragola delle quattro stagioni nonostante produca frutti da maggio alle prime gelate. E non tutto l’anno.

    Veniamo alla coltivazione. Posizionate la pianta in un posto poco assolato. Piantate le piccole piante lasciando un metro tra un filare e l’altro di fragole e circa 40 centimetri tra una pianta e l’altra. Ricordate che il colletto delle piante deve affiorare dal terreno. Annaffiate regolarmente.

    Se volete mettere le fragoline in un vaso usate un mix di terra composto da torba e piccoli pezzi di corteccia decomposta). Ogni mese date concime completo del tipo 8/5/15. Il vaso deve essere posizionato a mezz’ombra e deve essere annaffiato goccia a goccia.

    Foto Donnamoderna.com