Capire uno schema uncinetto: abbreviazioni e termini utili

Comprendere uno schema uncinetto non è sempre cosa facile. A volte vengono utilizzati termini e abbreviazioni che mandano in tilt che non è molto pratica con questa arte. Ecco qualche indicazione sui termini e le abbreviazioni più utilizzati

Pubblicato da Assunta Corbo Sabato 12 giugno 2010

Capire uno schema uncinetto: abbreviazioni e termini utili

Realizzare lavori all’uncinetto può essere una vera passione. Molte delle nostre lettrici sono state travolte da questa passione anni fa e sono ormai grandi esperte che sanno destreggiarsi benissimo tra schemi, modelli, indicazioni varie. Alcune addirittura riescono a riprodurre un lavoro semplicemente guardando un modello finito. Insomma, bravissime. Ci sono però alcune donne che si avvicinano solo adesso a questa bellissima arte. Vuoi perchè hanno ritrovato il piacere di rilassarsi realizzando un lavoro fai da te, o perchè si stanno godendo la gravidanza e vogliono passare il tempo, o semplicemente perchè ne hanno voglia. Per loro potrebbe essere difficile all’inizio barcamenarsi tra le abbreviazioni e i termini tipici dell’uncinetto.

Lavorare all’uncinetto significa prima di tutto imparare i termini e le abbreviazioni che riguardano questa pratica. Sarà cosi più facile leggere gli schemi e realizzare i propri lavori. Quando diventerete bravissime potrete anche creare i vostri schemi uncinetto e magari proporli a tutte noi.

Vediamo quindi, quali sono le abbreviazioni più comuni di uno schema all’uncinetto:

  • ALTS: Altissima
  • AUM: Aumentare
  • AVV: Avviare
  • BS: Bassa
  • BSS: Bassissima
  • CAT: Catenella
  • DIM: Diminuire
  • G: Giro/i
  • GETT: Gettato
  • LAV: Lavorare
  • M: Maglia
  • PIP: Pippiolino
  • QD: Quadrupla
  • QT: Quintupla
  • R: Riga
  • RIP: Ripetere
  • SALT: Saltare
  • SP: Spazio
  • SUCC: Successivo
  • TERM: Terminare
  • TR: Tripla
  • VOLT: Voltare

Ogni tanto vi capiterà di trovare degli asterischi: semplice * oppure doppio **. Quando lo incontrate dovete continuare a lavorare sino a che le istruzioni indicano di tornare indietro e di ripetere da questo segno.

E ora veniamo al campione. Prima di iniziare qualunque lavoro all’uncinetto, è utile controllare il campione indicano nelle descrizioni. Solo cosi potrete avere di sicuro un risultato perfetto. Infine, seguite le istruzioni in merito all’uncinetto da utilizzare per il vostro lavoro. Ricordate solo che se il vostro campione risulta più morbido dovete utilizzare un uncinetto più piccolo, se invece risulta troppo fitto allora scegliete un uncinetto più grande.

Ora siete davvero pronte per realizzare il vostro schema preferito. Magari il bikini per la prossima estate.