Benessere: con lo shopping ci si si tiene in forma

Questa meravigliosa notizia gira in rete da alcune ore. Secondo uno studio riportato dal quotidiano Daily Mail, lo shopping aiuta a mantenersi in forma. Avete capito bene, quella pratica che tanto ci piace e tanto fa arrabbiare i nostri uomini in realtà è meglio di una palestra. Lo facciamo con meno fatica di certo. Lo studio è stato condotto dalla catena di negozi Debenhams. Ma al di là dell'operazione di marketing a noi interessano i dati finali. Via allo shopping, quindi.

Pubblicato da Assunta Corbo Sabato 16 gennaio 2010

Questa meravigliosa notizia gira in rete da alcune ore. Secondo uno studio riportato dal quotidiano Daily Mail, lo shopping aiuta a mantenersi in forma. Avete capito bene, quella pratica che tanto ci piace e tanto fa arrabbiare i nostri uomini in realtà è meglio di una palestra. Lo facciamo con meno fatica di certo. Lo studio è stato condotto dalla catena di negozi Debenhams. Ma al di là dell’operazione di marketing a noi interessano i dati finali. Via allo shopping, quindi.

Mettiamola cosi, d’ora in poi possiamo anche sentirci meno in colpa a fare shopping. Secondo un sondaggio condotto dalla catena di negozi
Debenhams e riportato sul quotidiano Daily Mail, risulta che lo shopping ci fa consumare almeno 385 calorie extra, l’equivalente di un pezzo di torta o due bicchieri di vino.

In pratica 48.000 calorie bruciate all’anno, l’equivalente di 25 giorni di fabbisogno giornaliero. In effetti dopo una giornata di shopping ci si sente sempre molto stanchi, e non c’è da meravigliarsi a questo punto. D’altra parte si calcola che una donna in vena di acquisti percorra mediamente 4,7 chilometri al giorno, per un giro di acquisti di almeno due ore e mezza tra accessori, abbigliamento, make-up, e ogni altra cosa acquistabile..

Per l’uomo si riducono a due chilometri e mezzo, con una durata di solo 50 minuti. E se i medici consigliano, per mantenere una forma perfetta, almeno 10.000 passi al giorno, solo lo shopping fa “consumare” alle donne 7.305 passi, quasi i tre quarti.

Fantastica notizia, vero?