Attrezzi per il giardinaggio: prezzi e modelli indispensabili

Ecco cosa non può mancare dal kit del perfetto aspirante giardiniere: tutti gli attrezzi del mestiere quando si tratta di giardinaggio.

Pubblicato da Camilla Buffoli Lunedì 5 maggio 2014

Attrezzi per il giardinaggio, tra prezzi per tutte le tasche, o quasi, alcuni modelli davvero indispensabili e un’offerta davvero vasta, ecco cosa prevede il kit dell’aspirante pollice verde. Se la dotazione base, per chi si limita a curare poche piante da terrazzo o da balcone, è ridotta all’osso e comprende forbici, zappetta e poco altro, il “necessaire” di chi vuole diventare un esperto di giardinaggio è un po’ più nutrito. Ecco gli attrezzi del mestiere.

Tutti i modelli

La vanga: uno dei grandi classici del giardinaggio e non solo, costituito da un manico solitamente di legno e da una lama con staffa che permette di forzare con i piedi per farla entrare nel terreno più facilmente. È un attrezzo utile per piantumare, frantumare le zolle e sradicare le piante.

Il rastrello è quello strumento che a un’estremità del manico di legno ha una sorte di pettine con i denti di metallo o plastica dura, necessario per pulire, eliminando foglie ed erbacce, ma anche per livellare il terreno.

La pala è la “sorellastra” della vanga, dalla forma più concava e preziosa per spostare la terra, la sabbia o le foglie.

La zappa: che giardiniere è senza averne una? Un manico con attaccata una lama che forma un angolo retto, la zappa è indispensabile per smuovere il terreno, per effettuare la sarchiatura, cioè l’operazione di rimozione delle erbacce, e per preparare il suolo ad accogliere una nuova pianta.

Le forbici o cesoie sono le migliori amiche delle piante e dei fiori, utili per potature, cimature e recisioni di piccola entità.

La roncola: un attrezzo dalla storia lunga e dal sapore antico, dalla tipica lama ricurva, utilizzato per cimare le piante e tagliare i rami.

SCOPRI LE ISTRUZIONI PER CREARE UN GIARDINO

Il nebulizzatore è molto utile per fare i trattamenti disinfestanti alle piante, per distribuire in modo uniforme insetticidi e simili.

L’annaffiatoio e i sistemi di irrigazione: il primo è sufficiente se le piante da annaffiare sono poche da balcone o da terrazzo prevalentemente, il secondo è fondamentale in presenza di giardini e parchi di dimensioni importanti.

Il piantabulbi più che indispensabile è molto comodo per facilitare il lavoro a chi vuole piantare nuovi bulbi, grazie alla sua forma di cono tronco.

La falce è un altro attrezzo della tradizione utilizzato soprattutto per falciare prati o campi con erba molto alta.

Il tosaerba: ne esistono di diverse dimensioni e prezzi, da scegliere in base alle dimensioni del prato da tagliare.

I prezzi

Difficile dare un prezzo fisso a ogni attrezzo da giardiniere. Quelli proposti, tranne i più costosi, come il tosaerba per il quale è necessario sborsare diverse centinaia di euro, hanno un costo variabile, che si aggira solitamente tra i 15 e i 60 euro circa.