Aromaterapia in casa: gli oli essenziali stanza per stanza

Come ricorrere all'aromaterapia in casa? Scopriamo gli oli essenziali da utilizzare stanza per stanza.

Pubblicato da Elena Arrisico Mercoledì 22 febbraio 2017

Aromaterapia in casa: gli oli essenziali stanza per stanza

Desiderate sapere qualcosa in più sull’aromaterapia in casa, stanza per stanza? Gli oli essenziali sono dei preziosi alleati in vari ambiti, durante tutto l’anno e per ragioni diverse: ci aiutano, infatti, ad avere in casa un’aria sempre fresca, pura e profumata, ma sono anche un ottimo modo per tenere lontani in modo naturale i fastidiosi insetti, ad esempio. Gli oli essenziali rappresentano una soluzione molto semplice – nonché anche economica – che ci giunge direttamente dalla natura: a differenza, quindi, dei soliti prodotti in vendita – che contengono sostanze chimiche dannose per la salute e l’ambiente – gli oli essenziali sono efficaci e ottimi da utilizzare in sicurezza. Come fare, quindi? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per utilizzare gli oli essenziali stanza per stanza.

Le essenze più adatte per la stanza da letto e la camera dei bambini

Stanza da letto

Come scegliere i giusti oli essenziali? L’aromaterapia ci consente di scegliere le fragranze più adatte, tenendo conto delle stanze della casa, senza dimenticare che gli usi alternativi degli oli essenziali sono diversi. Le essenze indicate per le camere da letto sono diverse: ad esempio, per allontanare il raffreddore – come in autunno e in inverno – e liberare le vie respiratorie mentre si dorme, è possibile utilizzare l’olio essenziale di timo – dalle proprietà antibatteriche – mentre, se desiderate risvegliare i sensi e la passione, optate per il patchouli, che pare abbia delle proprietà afrodisiache. Non bisogna dimenticare, poi, anche la cameretta dei bambini: qui, potreste applicare delle gocce di estratto di camomilla blu in una ciotola da riporre sul comodino, in modo tale da conciliare il sonno ai più piccoli.

I profumi per il bagno e la cucina

Cucina

Che dire, invece, dei profumi per il bagno e la cucina? Nel primo caso, scegliete la lavanda – potrete versare qualche goccia anche direttamente nella vasca da bagno – che ha un ottimo effetto rilassante naturale in grado di calmare sia la mente che il corpo e favorire il sonno e il riposo. Per la cucina, invece, potreste scegliere degli oli essenziali di menta, eucalipto o pino silvestre: potreste applicarli tramite dei diffusori, così da rinfrescare e purificare l’aria di questa stanza che, troppo spesso, è un mix di vari odori di cibo.

Le fragranze da utilizzare all’ingresso, nel salotto e nello studio

Salotto

Ma le scelte degli oli essenziali per le varie stanze di casa non finiscono di certo qui. Nell’ingresso della vostra casa, utilizzate degli oli essenziali agli agrumi – quindi, limone, pompelmo, arancia, cedro e bergamotto, ad esempio – in quanto vantano un effetto energizzante, che vi aiuterà ad affrontare e a terminare al meglio la giornata. Per quanto riguarda il salotto, l’olio essenziale di ylang ylang potrebbe essere la scelta giusta per ottenere un’aria fragrante e accogliente. Chi ha uno studio in casa, invece, necessita di mantenere la concentrazione e la determinazione per poter lavorare: in questo caso, gli oli essenziali di neroli – sarebbe a dire l’arancia amara – e gelsomino – che è possibile coltivare – sono ciò che ci vuole e che vi aiuterà ad affrontare gli impegni con positività, infondendo ottimismo e benessere.

Come applicare e dove comprare gli oli essenziali migliori

Oli essenziali piante

Dove comprare gli oli essenziali migliori? Si tratta di oli vegetali estratti dalle piante, che ne mantengono profumo e proprietà benefiche: cercateli, quindi, nelle erboristerie oppure anche online. Infine, per applicare gli oli essenziali, potete ricorrere ai famosi diffusori per ambienti o a delle ciotole di acqua tiepida, a cui aggiungere qualche goccia in modo tale da sprigionarne il profumo nell’aria che – è assicurato – vi cambierà l’umore in meglio!