Viaggi in Oman: le mete più gettonate

da , il

    Viaggi in Oman: le mete più gettonate

    Sono sempre di più i turisti che organizzano i propri viaggi in Oman, ovvero un Paese nel Sud-Est della penisola araba. Quali sono le mete più gettonate? Questo incantevole Paese è una meta ambita dai viaggiatori, sin dai tempi più antichi: basti pensare che l’Oman fu controllato dai Portoghesi sin dal XVI secolo per, poi, divenire il sultanato più potente dello Stato d’Arabia nella prima metà dell’Ottocento e ottenere l’indipendenza nel XX secolo. Recentemente, questo Paese ha visto la costruzione di nuove infrastrutture e – tra le tante cose – università, senza contare l’interesse mostrato nello sviluppo del turismo. Qui, troverete storia, architettura, arte, cultura e paesaggi mozzafiato da vedere e scoprire: spiagge tranquille, montagne, deserti, oasi e coste incantevoli, oltre a ben quattro siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Cosa vedere e dove andare, quindi, in Oman? Ecco alcuni utili consigli in merito ai viaggi in Oman.

    Il clima in Oman

    Prima di tutto, per chi è interessato ad una vacanza in Oman, è importante essere a conoscenza del clima di questo Paese. Quando andare in Oman, dunque? L’estate non è proprio un buon momento, se si pensa che le temperature possono raggiungere anche i 50 gradi e da evitare, assolutamente, è anche la stagione del monsone indiano che va da giugno a settembre. Il periodo più adatto per visitare questo Paese è, invece, quello che va da dicembre ad aprile, ovvero quando il clima non è umido e le temperature variano tra i 25 e i 30 gradi.

    I viaggi sicuri in Oman

    Altrettanto importante, prima di partire, è pensare a tutti i fattori che possono rendere questi viaggi in Oman sicuri: il consiglio è, quindi, quello di rivolgervi a dei tour operator per i vostri viaggi in Oman – ad esempio, per quanto riguarda i pacchetti Francorosso – così da essere ben preparati, oppure potreste leggere le opinioni dei turisti cercando sui forum online. Sicuramente, vi serviranno documenti come il passaporto e il visto: per quanto riguarda il primo, questo dovrà avere una validità residua di almeno sei mesi; mentre, il secondo dovrete richiederlo all’Ambasciata dell’Oman a Roma, oppure presso gli aeroporti di arrivo. Parlando di salute, esistono diverse strutture medico-ospedaliere pubbliche nei maggiori centri urbani e non mancano alcune cliniche private; inoltre, non sono necessarie delle vaccinazioni obbligatorie per raggiungere il Paese.

    Visitare il deserto e le montagne

    Andando in Oman, sicuramente, vorrete visitare il deserto: si tratta, infatti, di uno dei deserti più belli del mondo. In questo caso, ricordate di partire preparati: portate con voi acqua in abbondanza per evitare la disidratazione e benzina a sufficienza ma, ovviamente, non partite all’avventura e informatevi su quale percorso intraprendere. Prestate, inoltre, attenzione alla guida spericolata degli omaniti che spesso dimenticano di accendere i fari e non dimenticate di tenere la vostra automobile sempre pulita: in Oman, è, infatti, illegale guidare in una macchina sporca. Ci sono, poi, le montagne – come quelle Hajar, le più alte della penisola – grotte, fiordi, fiumi e torrenti da ammirare.

    Le vacanze in Oman al mare

    Per quanto riguarda le vacanze in Oman al mare, non c’è che l’imbarazzo della scelta tra le località presenti: esistono, infatti, diversi tipi di spiagge che offrono delle acque incantevoli e che si possono trovare a Matrah, Sur e Sohar, solo per citarne alcune.

    Le città da vedere

    Quali sono le città e i villaggi da vedere? Muscat (o Mascate) è la capitale dell’Oman – nonché sede dell’unico aeroporto internazionale del Paese, dove atterrerete con un volo di circa 12 ore dall’Italia – in cui potrete ammirare il palazzo del sultano, l’Oman Museum e i molti quartiere caratteristici del luogo, oltre alle tre rocche costruite intorno al 1580, durante l’occupazione portoghese: il Mutrah Fort situato su un colle e quelli di Jalali e Mirani all’ingresso della capitale. Non dimenticate, poi, di visitare le necropoli di Bat, Al-Khutm e Al-Ayn – antichi insediamenti risalenti al 3000 a.C. con i loro resti archeologici perfettamente conservati – e città come Salalah, Nizwa, Barka, Sohar – già nominata prima per il mare e il suo porto – Yitti e Rustaq, antica capitale dell’Oman.

    Cosa mettere in valigia

    Infine, cosa mettere in valigia prima della partenza? Considerati il clima e le temperature del luogo, per quanto riguarda la valigia, portate con voi degli abiti leggeri e in cotone e del repellente per gli insetti, in quanto farà molto probabilmente caldo. In quanto Paese musulmano, inoltre, le donne dovrebbero evitare gonne corte, pantaloncini e scollature.