NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Valvole termostatiche: tutto quello che c’è da sapere

Valvole termostatiche: tutto quello che c’è da sapere
da in Casa
Ultimo aggiornamento:
    Valvole termostatiche: tutto quello che c’è da sapere

    Negli ultimi tempi, si sente sempre più spesso parlare delle valvole termostatiche. Questo perchè, entro il 31 dicembre 2016, tutti gli immobili dotati di impianto di riscaldamento centralizzato dovranno installare valvole termostatiche e contabilizzatori di calore. Ciò permetterà di ridurre drasticamente i consumi, di alleggerire il costo della bolletta e di pagare solo ciò che realmente si consuma. Ecco allora tutto quello che c’è da sapere.

    Le valvole termostatiche hanno la funzione di regolare la potenza del radiatore, consentendo di scegliere la temperatura desiderata in ogni ambiente della casa. Esse hanno molteplici vantaggi, primo fra tutti il notevole risparmio energetico, che si traduce in costi della bolletta decisamente ridotti; inoltre, permettono di regolare la temperatura desiderata in ogni stanza della casa, rendendo ogni ambiente molto più piacevole.

    Ma come funzionano le valvole termostatiche? Sono molti gli inquilini che si pongono questa domanda, dato che entro il 31 dicembre 2016, tutti gli impianti di riscaldamento condominiale dovranno esserne dotati. Con le valvole termostatiche, la contabilizzazione dei consumi sarà individuale e si pagheranno quindi solo i consumi effettivi e non in base alle tabelle millesimali.

    Per un corretto funzionamento dell’impianto di riscaldamento, le valvole termostatiche andranno montate su ogni singolo radiatore. Sulla testa termostatica ci sono dei numeri, che vanno da 0 a 5. Ognuno di essi corrisponde a determinati valori in °C. Per impostare la temperatura desiderata nella stanza, basta ruotare la testa termostatica in corrispondenza del numeretto desiderato.

    Il valore consigliato per le valvole termostatiche di tutti gli ambienti di casa è il 3, che corrisponde a 20°. Ovviamente, è possibile personalizzare la temperatura delle varie stanze della casa, in base alle proprie esigenze. In cucina, dove l’apporto di calore è maggiore, data la presenza di fornelli ed elettrodomestici, il valore 3 è perfetto. Nei luoghi di passaggio, come ingresso, corridoi o lavanderia, sarà sufficiente impostare il valore 2 o 1. Nel bagno, invece, si può impostare il radiatore a una temperatura più alta, quindi sul valore 4 che corrisponde a circa 25°. Per la camera da letto, dove è consigliata una temperatura tra i 18° e i 20° gradi, sarà sufficiente impostare la valvola a 2 o 3.

    Può succedere, delle volte, che i radiatori di alcune stanze rimangano freddi, senza raggiungere la temperatura desiderata all’interno di una stanza. Questo può accadere quando tendaggi, copri termosifoni o altro, non permettono ai radiatori di rilevare la corretta temperatura nell’ambiente circostante. In questo caso, si rivelano molto utili i rilevatori termostatici, che rilevano la temperatura in una posizione diversa da quella del radiatore.

    448

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Casa
    PIÙ POPOLARI
    Oroscopo di oggi
    • Ariete
    • Toro
    • Gemelli
    • Cancro
    • Leone
    • Vergine
    • Bilancia
    • Scorpione
    • Saggitario
    • Capricorno
    • Acquario
    • Pesci