Urban X Stitch: i graffiti a punto croce sono la nuova moda [FOTO]

da , il

    Urban X StitchI graffiti a punto croce sono la nuova moda che sta per invadere le città del mondo: si chiama “Urban X Stitch” ed è un lavoro a punto croce che sta rendendo più colorati e particolari i luoghi presenti nel mondo. Questo progetto divertente ed allegro giunge dalla Francia ed è pronto a sbarcare nel resto del globo, proprio come i fenomeni del Guerrilla Knitting e della Yarn Bombing che hanno visto la luce negli Stati Uniti ed in Gran Bretagna, giungendo fino in Italia. Ma cos’è nel dettaglio l’Urban X Stitch? Vediamolo insieme.

    Urban X Stitch: la storia

    L’Urban X Stitch è nato nella città di Lione – in Francia, per l’appunto, dove ha la sua base – ed è stato ideato da due ragazzi francesi che non associano questo progetto alla Street Art ed affermano di non considerarsi degli artisti: si tratta, infatti, di semplicissimo punto croce, ma realizzato in scala più grande ed è in questo che sta la loro invenzione. Questa nuova forma di espressione porta, in ogni caso, innovazione e colore tra gli spazi urbani delle città. Il piano di lavoro di questi inventori creativi? Spesso si tratta di grandi reti presenti nel centro urbano, dove viene adattato il punto croce su grande scala. Sono molte le opere che, oggi, colorano le vie di Lione e sono in continuo aumento.

    SCOPRI I MONUMENTI PIÙ BRUTTI DEL MONDO

    Urban X Stitch: come si realizza

    Ma come funziona questo famoso Urban X Stitch, esattamente? Basta mettere insieme il punto croce ed i graffiti seguendo, di fatto, i classici modelli degli schemi di ricamo, realizzandoli in grandi dimensioni su recinzioni varie per decorare la città. Per fare dell’Urban X Stitch, occorre uscire di casa con della stoffa ed alcuni modelli sempre a portata di mano, nel caso in cui si trovassero dei cancelli pronti all’uso per poterci lavorare su. Per realizzare un disegno colorato ed allegro, occorrono circa 3-5 ore su recinzioni presenti in edifici sia pubblici che privati, a differenza della Street Art che appoggia le proprie creazioni sui muri degli edifici e non solo: il lavoro avviene, infatti, proprio come un semplice ricamo su cancelli e recinzioni, utilizzando della stoffa di raso colorata tagliata a strisce e dando vita così ad un ricamo gigante. Non resta che chiedersi se l’Urban Cross Stitch si diffonderà a tal punto da giungere anche nel resto del mondo e nel nostro Paese, conquistando anche le nostre strade cittadine. Siete pronti a scoprire questa nuova tendenza tutta francese?