Tende fai da te per la cameretta dei bambini [FOTO]

da , il

    Protagoniste dell’arredamento di ogni stanza, le tende, anche nella cameretta dei bambini, fanno la differenza, in termini di impatto scenografico e di stile. Meglio, quindi, sceglierle con cura o, se si opta per il fai da te, confezionarle con attenzione scegliendo accuratamente tessuti e colori, finiture e modelli. Ecco qualche consiglio utile.

    La scelta di tessuti e colori

    Quando si decide di realizzare una tenda, la prima cosa da scegliere è il modello. Lunga o corta, scorrevole, a pannello o a pacchetto, individuato il modello più in linea con le proprie esigenze non resta che trovare il tessuto e il colore giusto.

    L’estetica è importante, ma la sicurezza, soprattutto quando si tratta della stanza dei più piccoli, è fondamentale. Il consiglio è di scegliere per le tende tessuti ignifughi, naturali, da lavare in lavatrice, privi di coloranti tossici o di applicazioni staccabili e, peggio, ingeribili.

    Per quanto riguarda le tinte e le sfumature cromatiche, la premessa da fare è che per la cameretta dei bimbi sono preferibili stoffe dai colori chiari e dalla trama leggera, in grado di far trapelare la luce naturale. Per i più piccoli, meglio optare per colori tenui, che garantiscono un effetto più rilassante e rassicurante, dalle tonalità pastello che vanno da rosa al lilla, per le femminucce, e dal celeste al verde salvia, per i maschietti. Perfetti anche tutti i colori neutri, come l’avorio o il beige, il tortora chiaro o il grigio perla. Per i più grandi, invece, si può osare con tonalità cromatiche più decise e su fantasie più originali, da scegliere magari con l’aiuto dei diretti interessati.

    Fai da te sì, ma come?

    In commercio esistono dei veri e propri kit per realizzare da soli le tende o, meglio, per applicarle senza troppe difficoltà. Le più semplici da confezionare sono quelle lunghe, che scorrono grazie a lacci o ganci appesi a un bastone fissato sopra la finestra, o quella a pannello, posizionate direttamente sull’infisso, che possono essere in stile classico (tinta unita e senza decorazioni) o country (con fantasie più rustiche e qualche volant).

    Nel primo caso, dopo aver scelto il bastone (ne esistono di ogni misura, forma e colore negli store del bricolage) e la stoffa, non resta che da pensare alle finiture. Si possono fare dei lacci all’estremità, che consentono di appendere la tenda al bastone con dei semplici fiocchi, oppure applicare alla tenda dei ganci da infilare nel bastone.

    Per le tende a pannello, è fondamentale prendere benissimo le misure della finestra da “vestire” prima di tagliare e cucire il tessuto scelto. Una volta pronto il pannello di tessuto e fissati i ganci all’infisso (molto pratici quelli con il velcro, che si attaccano e staccano), non resta che montare la tenda.