Rose, consigli per la coltivazione

da , il

    Rose

    Consigli per la coltivazione – Amate le rose? La Primavera è arrivata ed i fiori stanno iniziando a sbocciare in tutta la loro bellezza. Il periodo della fioritura è arrivato: perché, quindi, non pensare di piantare in un vaso in casa o in giardino le rose? Questi bellissimi fiori hanno colori diversi in natura e sono uno dei tanti gioielli che la Primavera ci regala con il suo arrivo. Se pensate possano essere dei fiori che vi piacerebbe avere in casa o nel vostro giardino, ecco alcuni preziosi consigli che potrete trovare utili per la coltivazione delle rose.

    Rose: interramento e collocazione

    Le rose sono facili da coltivare e sono anche resistenti: bastano, infatti, piccoli accorgimenti per ottenere dei buoni risultati. Cosa fare, quindi, per piantare e coltivare le rose, in modo tale che producano molti fiori e diventino robuste? Il periodo adatto per piantare le rose è da novembre a fine aprile per il Nord Italia, fino a marzo per il Sud: il luogo adatto per collocarle è dove arrivi bene il Sole per diverse ore al giorno e non in prossimità di piante o alberi, che possano entrare in competizione con le radici delle rose. Meglio distanziare le rose dello stesso tipo ad una distanza di 50 centimetri le une dalle altre; mentre ad un metro di distanza, se appartengono ad un altro gruppo. Il terreno va bene di qualsiasi tipo – purché venga concimato abbondantemente per ottenere una buona crescita – ed è necessario piantarle prima che secchino le radici. Inoltre, la base dei fusti va piantata a 7,5 centimetri di profondità. Se non dovete piantare subito le rose, potete conservarle in un luogo fresco per un periodo non più lungo di due o tre giorni.

    CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE DEI TULIPANI

    Rose: la cura

    La cura delle rose prevede un annaffiamento abbondante, oltre al ricoprimento di pacciame durante la Primavera. Per mantenere le rose sane, occorre potarne gli steli in Inverno – preferibilmente, a gennaio o febbraio – ed eliminare i rami deboli, malati o secchi, rimuovendo anche i fiori appassiti. Ovviamente, la potatura è un procedimento fondamentale per la salute delle rose: più potate e più avrete dei fiori grandi – anche se in minor numero – meno potate e più fiori avrete, anche se decisamente di dimensioni inferiori. Inoltre, potete decidere di ridurre le dimensioni della pianta a seconda delle vostre necessità ed è bene ricordare che è meglio procedere con la potatura prima che si formino dei frutti, che la indebolirebbero. Siete pronti ad usare il vostro pollice verde?

    SCOPRI IL SIGNIFICATO DEI FIORI

    Fiori estivi