Rimedi naturali contro gli acari, i migliori repellenti per allontanarli

È impossibile sconfiggere del tutto gli acari, ma è possibile contenerne la proliferazione. Vivono nella polvere, infestando materassi, cuscini, lenzuola e molti tipi di tessuto. Quali sono i rimedi naturali contro questi microrganismi, che causano prurito, allergie e altri sintomi? Ecco alcune idee interessanti e utili consigli in merito.

da , il

    Rimedi naturali contro gli acari, i migliori repellenti per allontanarli

    Quali sono i rimedi naturali contro gli acari? Siete alla ricerca di metodi naturali per allontanare gli acari dalla vostra casa? Ovviamente, eliminare gli acari del tutto non è possibile, in quanto essi vivono nella polvere e infestano, quindi, materassi, cuscini, lenzuola, vestiti e molti tipi di tessuto. Occorre prestare attenzione alla presenza di acari nel letto e nel materasso, due delle zone dove sono maggiormente presenti. In vendita, esistono dei prodotti e rimedi contro gli insetti adatti allo scopo, ma contengono sostanze chimiche dannose per la salute e per l’ambiente: ad esempio, pensiamo agli spray anti-acari in vendita in farmacia o al supermercato. Come fare, quindi, per cercare di vincere almeno qualche battaglia, se non la guerra? I rimedi naturali sono efficaci e ci fanno anche risparmiare: ad esempio, per eliminare gli acari, il bicarbonato è ottimo. Ecco alcune idee interessanti e utili consigli per sconfiggere gli acari con successo, utilizzando dei rimedi naturali efficaci.

    Come eliminare gli acari

    Bicarbonato

    Dopo aver visto quali sono i rimedi naturali contro le mosche, i rimedi naturali contro gli scarafaggi e i rimedi naturali contro le falene, come fare contro gli acari? I rimedi naturali sono efficaci e rispettosi della salute e dell’ambiente, oltre che economici. Come eliminare gli acari in casa? Il primo ingrediente da usare è l’olio di neem: basta, infatti, mescolarlo con dell’acqua e spruzzare la soluzione sul materasso, sui cuscini e dove serve.

    Oltre a questo metodo, è possibile utilizzare uno spruzzino, dove andranno riposte due bustine di tè e dell’acqua tiepida: lasciate agire per qualche minuto e spruzzate sugli oggetti che andranno, poi, lasciati asciugare alla luce del sole, se possibile. Le bustine di tè possono essere utilizzate anche all’interno dell’aspirapolvere, regno degli acari: aspirate una bustina di tè bagnata e lasciatela agire per almeno due settimane.

    Come eliminare gli acari con il bicarbonato di sodio? Ormai, si conoscono ampiamente gli usi del bicarbonato di sodio, ottimo alleato in casa: spargete tre cucchiai di bicarbonato sulle superfici in questione e lasciate agire il tutto per due ore circa per, poi, passare l’aspirapolvere e rimuovere il tutto; oppure, potete creare una soluzione fatta di acqua e bicarbonato, nella quale immergere i tessuti da trattare. Sono diverse le ricerche scientifiche che hanno dimostrato come i cristalli del bicarbonato abbiano un’azione che impedisce lo sviluppo di questi parassiti: spargendo il bicarbonato di sodio sulle zone da trattare si ha, infatti, una riduzione degli acari fino al 79 per cento in 1 ora e del ben 100 per cento in 2 ore, riducendone anche le uova.

    Da non sottovalutare, inoltre, il vapore acqueo che può essere utilizzato sulle superfici dure, tramite i pulitori elettrici al vapore in vendita.

    Come pulire casa e tessuti

    Lavatrice

    La prevenzione è sempre la prima regola da tenere a mente, così da evitare invasioni di insetti e l’obbligo di acquistare spray anti-acari in farmacia o al supermercato. Ricordate che è bene effettuare la pulizia completa, periodicamente e che la prevenzione è la prima arma contro la prolificazione degli acari.

    Come pulire casa e tessuti? La pulizia dovrà essere eseguita almeno ogni due settimane circa: fate, quindi, prendere aria ai cuscini – anche al materasso, il più spesso possibile e al sole – e lavateli in lavatrice ad alte temperature. In vendita, esistono alcune lenzuola e federe in lino e cotone anallergico, le quali dovranno essere lavate spesso, in lavatrice, a 60 gradi. Utile sia per il letto che per il materasso anche un trattamento all’olio della pianta di tè e all’eucalipto, ovvero due efficaci repellenti naturali per gli acari che possono essere acquistati in erboristeria e utilizzati in piccole quantità sulle superfici da pulire e igienizzare.

    Altri metodi sono quelli che prevedono l’areazione degli ambienti, quando l’aria è fresca e meno umida: abbassare il tasso di umidità delle stanze, infatti, è il primo passo da fare per sconfiggere gli acari, magari grazie all’utilizzo di un deumidificatore. L’umidità permette il proliferare di piccoli acari e virus che, per l’appunto, l’elevate temperature e il calore del sole sconfiggono: la temperatura ideale in casa è quella tra i 19 e i 22 gradi, con un tasso di umidità che non deve superare il 50 per cento.

    Come vedere gli acari

    Stanza da letto tessuti

    Infine, alcune piccole precisazioni. Come vedere gli acari? Si tratta di microrganismi invisibili ad occhio nudo, la cui presenza è, però, confermata. Eliminarli del tutto è, praticamente, impossibile, ma è possibile contrastarne la proliferazione, grazie ai rimedi prima citati: questi si annidano, infatti, in lenzuola, cuscini, materassi, tende, moquette, soprammobili, peluche, tappeti, tessuti vari e molto altro ancora. Gli acari presenti nel letto e nel materasso possono provocare diversi sintomi, come prurito, allergie, rash cutanei e disturbi respiratori vari, oltre che problemi di salute seri. È, dunque, consigliabile cercare di limitare la presenza di acari in casa, come già spiegato e chiedendo il parere al proprio medico. Il consiglio è, comunque, quello di lavare e igienizzare tutto, il più spesso possibile, ad alte temperature, ricorrendo ai raggi solari per l’asciugatura.