Rimedi contro la processonaria: una guida per la casa

da , il

    combattere processionaria

    Sapete cos’è la processionaria? E’ un insetto lepidottero della famiglia dei taumatopeidi che, oltre a costituire un pericolo per le piante, può essere nociva anche per l’uomo e gli animali che vivono nella nostra abitazione. Infatti questo parassita è ricoperto di un manto di peli urticanti che si attaccano alle mucose come uncini. Come risolvere questo problema alla radice? Ecco una guida utile che vi darà qualche dritta e qualche rimedio utile per mettere al riparo la vostra casa dalla processionaria. Prendete appunti!

    La lotta contro la processionaria non va di certo presa sottogamba: dovete infatti sapere che il contatto con questo insetto può provocare nell’uomo una reazione urticante causata dal rilascio di istamina. Inoltre, nei casi più gravi potrebbe verificarsi uno shock anafilattico.

    SCOPRI COME PROTEGGERE I BAMBINI DALLE PUNTURE D’INSETTO

    Per debellarla dalla vostra casa dovrete procurarvi un insetticida biologico che prende il nome di Bacillus thuringiensis kurstaki, un batterio che paralizza la larva danneggiandone i centri nervosi. Molto efficaci si sono rivelate anche le trappole a feromoni, che ci consentono di monitorare la diffusione delle falene di processionaria proprio grazie alla loro abilità nel confondere le falene maschio alla ricerca della femmina.

    Evitando l’incontro tra i sessi si evita la fecondazione e dunque la formazione di una nuova generazione di insetti defogliatori.

    Per quanto riguarda l’utilizzo di prodotti chimici talvolta viene indicato il DIMILIN, prodotto che rientra nei cosiddetti regolatori di crescita, che risulta attivo contro tutti gli stadi larvali agendo proprio nel momento in cui l’insetto effettua la muta con la sostituzione tra la vecchia e la nuova cuticola.

    Tra i metodi più diffusi contro la processionaria possiamo inoltre annoverare la distruzione meccanica dei nidi: questi vengono eliminati manualmente dalla pianta, tagliando e bruciando i rami infestati, operazione che deve essere eseguita durante l’inverno, prima che le larve escano, ma si tratta di un intervento limitato e costoso.

    SCOPRI I RIMEDI NATURALI CONTRO LE MOSCHE

    Un altro tipo di intervento è l’endoterapia: si tratta di un trattamento fitosanitario effettuato con l’inserimento di insetticidi e/o fungicidi direttamente nel sistema vascolare delle piante in modo che la sostanza arrivi alla chioma. Esistono infine anche nemici naturali della processionaria, in particolare delle larve che sono l’imenottero e la phryxe caudata.