Ricette con i fiori, un classico risotto con i garofani

da , il

    ricette con garofani

    I garofani non sono solamente un fiore ornamentale in grado di tenere lontane le zanzare nel periodo estivo: lo sapevate, infatti, che esistono anche dei fiori di questa splendida pianta che sono commestibili? Numerose le ricette che tra i loro ingredienti contengono proprio i fiori di garofano che, ovviamente, sia per quanto riguarda i primi sia per quello che concerne i secondi. Decorativi grazie al loro colore, diventano ingredienti anche molto gustosi e anche decisamente profumati, che si sposano alla perfezione con la tipica cucina italiana. Come accade nel risotto ai garofani!

    Ingredienti per 4 persone

    Per realizzare questo gustosissimo risotto con i garofani se siete in quattro a tavola, avrete bisogno di 320 grammi di riso (scegliete quello che scuoce di meno o quello che più vi piace, io personalmente uso sempre quello integrale e non quello bianco, più naturale!), una decina di garofani (acquistate sempre quelli commestibili!), un po’ di brodo vegetale, dell’olio extra vergine d’oliva, una noce di burro, del Parmigiano Reggiano Grattugiato, la cipolla, del vino bianco secco.

    Come realizzare il risotto con i garofani

    Ovviamente si tratta di un normale risotto, quindi il procedimento è sempre quello. Prendete la cipolla, tagliatela a pezzi piccolissimi e fatela soffriggere un po’ in una padella dove avrete inserito l’olio d’oliva. Quando sarà bionda, inserite il riso e fatelo tostare per un po’. A questo punto aggiungete un mestolo di brodo vegetale (che avrete precedentemente realizzato facendo bollire per una mezzoretta/quaranta minuti delle patate, delle carote e altre verdure che avete in casa, con un pizzico di sale!) e i petali di fiori, che avrete lavato e asciugato con estrema cura. Man mano che il brodo si asciuga, mettete un mestolo nella vostra pentola del riso e continuate fino a quando non sarà cotto. Ci andranno una ventina di minuti al massimo, ma dopo un quarto d’ora cominciate ad assaggiare. Alla fine, mantecate il tutto con il solito burro e il solito parmigiano. Servite con dei garofani a decorazione!

    Il risotto andrà impiattato ancora bello caldo, possibilmente in un piatto piano (e si mangia con la forchetta, non con il cucchiaio!). Ricordatevi che per realizzare il risotto sarebbe meglio utilizzare una padella alta, ma se non volete sporcare usate una pentola antiaderente come quella della pasta!

    Se avete comprato più garofani di quanti ne avete usati per questo risotto, ecco altre ricette che contemplano tra gli ingredienti questo bel fiore colorato:

    Ricetta degli spaghetti ai garofani.

    Ricetta del polpettone ai garofani.

    Buon appetito!

    Foto di Lucia De Marco.