Ricette con i fiori, le frittelle con i fiori di robinia

da , il

    fiori di robinia

    Oggi portiamo in tavola una ricetta gustosa, un fritto che può diventare uno stuzzicante aperitivo o un secondo ghiotto. Lo sappiamo, con le fritture non bisogna esagerare. Ma una volta ogni tanto possiamo concederci una prelibatezza ipercalorica, no? Nello specifico andiamo a preparare con voi le frittelle con i fiori di robinia, una pianta che abbiamo importato dall’America che ci propone i suoi fiori bianchi dal profumo intenso. I fiori andranno mescolati ad una classica pastella per la frittura, che possiamo utilizzare anche in altre ricette. Il lievito madre, poi, che viene utilizzato per la sua realizzazione è l’ideale anche per chi ha problemi di digestione con il normale lievito di birra. Non a caso le pizze realizzate con questo ingrediente risultano più digeribili!

    Ingredienti per realizzare le frittelle con i fiori di robinia

    Per realizzare questa ricetta gustosa, che possiamo servire come secondo piatto, come antipasto, ma anche insieme ad un aperitivo sfizioso, avremo bisogno dei seguenti ingredienti: 400 grammi di farina 00, 100 grammi di lievito madre o in alternativa 25 grammi di lievito di birra, sicuramente più facile da reperire, un po’ di acqua tiepida, mezzo cucchiaino di zucchero, una manciata di fiori di robinia, dell’olio di semi per friggere, sale.

    Come realizzare le frittelle con i fiori di robinia

    Realizzare questa ricetta non è tanto difficile. Prendete i fiori e lavateli con cura, asciugandoli con un panno pulito per bene. Cerchiamo di togliere tutta l’acqua, in questo modo rimarranno perfetti per essere fritti poi in padella. Separate i fiori dallo stelo, togliendo le parti rovinate. In una ciotola, sciogliete tutto il lievito madre o il lievito di birra, aggiungendo dell’acqua che dovrà essere tiepida, poco alla volta. Dovrete ottenere un impasto morbido e omogeneo, senza grumi. Aggiungete al tutto i vostri fiorellini e mescolate con un cucchiaio di legno lentamente e con cura. Lasciate lievitare, finché l’impasto non avrà raggiunto il doppio del volume.

    A questo punto, prendete una padella e fate scaldare un po’ di olio. Con un cucchiaio, prendete un po’ di impasto e gettatelo nell’olio bollente. Cuocete con cura tutte le vostre palline e quando vi sembreranno dorate toglietele dal fuoco, mettendole in una ciotola con la carta assorbente. Toglierete così l’olio in eccesso.

    Vanno servite ancora calde!

    E se vi piacciono le frittelle, ecco per voi altre gustose ricettine:

    Ricetta delle frittelle dolci con i fiori di acacia.

    Ricetta delle frittelle alle mele.

    Ricetta delle frittelle di zucca.

    Foto di Pizzodisevo.