“Quasi quasi m’innamoro”, un romanzo romantico per noi donne

da , il

    Farsi un film vale, ma solo ogni tanto

    Durante le vacanze, molte di noi stavano comodamente sedute sullo sdraio nelle località di villeggiatura leggendo qualche libro. L’estate sta finendo, siamo rientrate al lavoro, ci dividiamo abilmente tra mille impegni, ma la lettura non andrebbe mai trascurata. Cosa c’è di meglio della letteratura “rosa”, di una storia leggera e romantica? Oggi vedremo di cosa parla il romanzo “Quasi quasi m’innamoro” di Anna Mittone.

    La protagonista si chiama Consolata Bonetto, nome dovuto alla delirante fede di sua madre, e sta attraversando un momento no. In una giornata di pioggia, Consolata sta attendendo l’autobus per recarsi al solito odioso pranzo domenicale della sua famiglia; non ha preso l’ombrello e, come se non bastasse, incontra l’uomo che le ha spezzato il cuore. Lui è perfetto, spinge una carrozzina con una neonata e accanto ha una bellissima donna; Consolata invece è in uno stato pietoso a causa della pioggia e della mancanza di ombrello.

    La protagonista ha una vita che non la soddisfa per niente: sua madre la vorrebbe sposata a tutti i costi, anche perché la sorella minore ha già un marito da anni. Il suo migliore amico la trascura perché ha trovato la ragazza perfetta e il lavoro è una vera noia. Riuscirà Consolata a trovare un po’ di pace e di serenità? A chi piacciono le storie stile “Bridget Jones” consiglio vivamente questo libro.

    Buona lettura!

    Dolcetto o scherzetto?