Piante rampicanti: quali sono le più belle

da , il

    Vi piacciono i pergolati, le pareti di balconi e terrazzi, o i muri di divisione ricoperti da piante rampicanti? Le piante rampicanti, se ben trattate e potate nel modo giusto, sono molto decorative e utili per creare divisioni, per separare parti di giardini o terrazzi o per nasconderli dallo sguardo dei curiosi. Le piante rampicanti sono caratterizzate da un fusto lungo e flessibile che ha la necessità di un appoggio sul quale arrampicarsi per crescere. Esistono moltissime specie di piante rampicanti, e la maggior parte produce fiori. Anche tra le rose ci sono delle specie rampicanti, adatte per pergolati o arcate nei giardini. Quali sono le piante rampicanti più belle e conosciute?

  • Il Glicine: questa pianta è sicuramente la più conosciuta e coltivata tra le rampicanti. Produce fiori di colore violetto a grappolo e profumati. Il suo tronco si snoda e si attorciglia per arrampicarsi alle strutture o ai muri vicini.
  • Edera: si tratta di un arbusto rampicante e sempreverde con foglie che possono essere verde scuro, verde chiaro, bordate di bianco o di giallo. L’edera produce delle bacche che sono tossiche se ingerite. Ci sono anche delle varietà a crescita lenta con foglie piccole che possono essere coltivate anche in appartamento.
  • Bougainville: questa pianta rampicante è conosciuta per i suoi fiori dai colori vivaci. E’ la pianta ideale per coprire ringhiere di giardini o per graticci. E’ particolarmente decorativa ed elegante.