Piante per il balcone: quale scegliere? [FOTO]

da , il

    Piante per il balcone, sì, ma quale scegliere? Se arredare gli spazi interni della casa è fondamentale, quando ci sono, anche vestire di colore e colorare con stile quelli esterni è importante. E per farlo, la natura offre una vasta gamma di preziosi alleati, le piante. Da quelle verdi e perenni a quelle più delicate e dai fiori coloratissimi, la scelta, quando si tratta di piante da balcone, è più vasta e variegata del previsto. Ecco alcuni esempi.

    La pianta da balcone per definizione: il geranio grazie ai suoi coloratissimi fiori dà vita a veri e propri cespugli all’insegna del colore e dei profumi. In commercio esistono diverse varietà e colorazioni, i gerani, che fioriscono in estate e nella prima parte del periodo autunnale, vanno innaffiati regolarmente nei mesi più caldi e riparato durante l’inverno da freddo e vento. Fiori piccoli e delicati, accompagnati da foglie cuoriformi, che sono perfetti per il balcone, soprattutto per quelli luminosi ma non troppo assolati: il ciclamino fiorisce in autunno e inverno, quando le altre piante sono spoglie. Se durante il periodo della fioritura ha bisogno di molta acqua e qualche attenzione in più, nel resto dell’anno va innaffiato solo una volta ogni tanto.

    Per chi ama i fiori dalle dimensioni più importanti e dalle colorazioni più sfumate, la scelta perfetta potrebbe essere l’ortensia, una pianta che fiorisce durante l’estate e predilige i luoghi ombreggiati, luminosi, ma non esposti direttamente al sole. Non ha bisogno di cure particolari, ma è meglio innaffiarla con regolarità tutto l’anno, facendo sempre attenzione che il terriccio sia secco, per evitare ristagni di acqua.

    Ottime per il balcone anche tutte le piante aromatiche, dal profumo garantito, come la lavanda, disponibile in diverse varietà, con dimensioni e sfumature cromatiche differenti che vanno dal grigio al lilla, fino al viola intenso.

    Per chi preferisce piante verdi dall’effetto cespuglio garantito e dalla sopravvivenza più duratura, meglio optare per l’acero nano, per esempio. Questa pianta arbustiva dallo sviluppo limitato, quindi ideale per terrazzi e balconi, predilige i luoghi dal sole e dalle correnti di aria, sopporta bene il freddo e le temperature sotto lo zero, ma richiede abbondante acqua durante i mesi più caldi. Un altro arbusto perenne sempreverde, l’erica arborea, è perfetto per i balconi: ama la luce e non necessita né di troppa acqua né di troppe cure; garantisce fioriture invernali con delicati fiorellini bianchi nei mesi più freddi.