Pavimenti in legno: quale scegliere e come pulirli?

da , il

    pavimenti legno sceglierli

    Perché scegliere i pavimenti in legno? Beh, prima di tutto perché, grazie alle loro caratteristiche naturali e alle tecniche di lavorazione, sono perfetti per tantissimi ambienti e durano a lungo nel tempo, ovviamente se oggetto di un’accurata manutenzione.

    Pavimenti in legno, quale scegliere

    Esistono molti tipi di pavimenti in legno: in legno massiccio, in legno nobile su un supporto di legno meno pregiato o su un multistrato o su un pannello di particelle a base di legno, ma qual è il migliore? Tenete sempre presente che il legno, a contatto con la luce, si ossida e cambia colore, perciò state attenti a non farvi ingannare! In generale vige la regola per cui negli ambienti poco luminosi sono da preferire le essenze chiare, se il riscaldamento è a pavimento meglio scegliere un parquet prefinito, più stabile e meno spesso. Inoltre, alcune essenze (doussiè, iroko, merbau, teak) sono più adatte per l’utilizzo anche in bagni e cucine.

    PAVIMENTI IN RESINA, ECCO I PIU’ BELLI

    Come pulirlo?

    Ma come si pulisce un pavimento in legno? La pulizia deve essere eseguita con attenzione e delicatezza, senza ricorrere a detergenti o altri prodotti aggressivi per evitare che il materiale si rovini a causa di un eccessivo contatto con l’acqua, con sostanze che potrebbero intaccarlo o con strumenti che potrebbero graffiarlo.

    Ecco gli strumenti di cui servirsi:

    1. Panno in microfibra

    Se il pavimento non è troppo sporco, potete semplicemente utilizzare un panno in microfibra leggermente inumidito. Immergete il panno in acqua tiepida e strizzatelo per benino, poi passatelo sul pavimento per raccogliere facilmente la polvere.

    2. Oli essenziali

    Aggiungete 10 gocce di un olio essenziale ogni 4 litri d’acqua. L’olio essenziale è un disinfettante naturale e lascerà sui pavimento un gradevole profumo.

    3. Detersivo all’aceto e sapone di Marsiglia

    Versate in 4 litri d’acqua tiepida 50 millilitri di aceto bianco e un cucchiaio di sapone di Marsiglia in scaglie. Mescolate bene gli ingredienti in modo che il sapone si sciolga. Ricordate sempre di strizzare il panno il più possibile prima di passarlo sul pavimento.

    4. Detersivoa base di detergente per i piatti

    Se avete a disposizione un detergente per i piatti ecologico, potrete utilizzarlo per preparare un detersivo adatto alla pulizia del parquet e dei pavimenti in legno. In un secchio contenente 4 litri d’acqua versate 30 millilitri di detersivo per i piatti e 100 millilitri di aceto bianco.

    5. Bicarbonato di sodio

    Per rimuovere dal parquet eventuali segni e striature lasciati sulla sua superficie dalle scarpe, usate il bicarbonato di sodio. Cospargete i punti critici con il bicarbonato e spruzzate su di essi una soluzione formata da acqua e aceto in parti uguali. Poi passate con uno strofinaccio o con una spugnetta fino a rimuovere i segni.

    COME PULIRE I PAVIMENTI IN MODO NATURALE, QUALCHE IDEA GREEN

    Dolcetto o scherzetto?