Pasta di sale: consigli per creare oggetti perfetti

da , il

    La pasta di sale è un hobby molto amato da grandi e piccini che si divertono a creare oggetti con le loro mani. La ricetta è semplice e l’abbiamo ripetuta varie volte: acqua, farina e sale. C’è chi aggiunge colla vinilica e qualche goccia di olio di vaselina per rendere l’impasto molto più elastico. La pasta di sale, però, va lavorata facendo attenzione ad alcune cose. Se volete realizzare delle creazioni perfette, di seguito troverete alcuni consigli utili.

    Il peggior nemico degli oggetti in pasta di sale è l’umidità: per questo, bisogna sempre utilizzare una vernice protettiva dopo l’asciugatura. Gli oggetti non vanno mai asciugati sopra i termosifoni perché si creperebbero. Il metodo migliore è l’asciugatura in forno, con temperatura bassa. Il tempo dipende dalla dimensione e dallo spessore dell’oggetto. Terminata l’asciugatura, lasciate l’oggetto nel forno spento, poi appoggiatelo su un ripiano in legno che assorbirà ulteriormente l’umidità.

    La pasta di sale va lavorata a lungo. C’è chi usa addirittura l’impastatrice. Io personalmente lo sconsiglio, soprattutto se siete delle vere maniache della pasta di sale, perché la dose di sale presente nell’impasto, a lungo andare rovinerebbe le parti metalliche del macchinario.

    Se create bamboline o personaggi vari, potete utilizzare i cosmetici per colorare viso e parti del corpo: con il fard darete un tocco di colore alle guance e potete addirittura usare lo smalto per unghie per decorare i vestiti! Non buttate mai via pezzi di stoffa, bottoni, nastrini, pizzi e merletti vari: possono servire per dare un tocco in più alla vostra creazione.