Mondiali 2014, come organizzare una serata con gli amici

da , il

    Pizza amiche

    Si avvicinano i Mondiali 2014 e tutti, dal 12 giugno al 14 luglio, si interesseranno almeno per novanta minuti alle partite dell’Italia. Dai veri appassionati, a chi di calcio non capisce nulla. Per tutti sarà almeno l’occasione di trascorrere una serata in compagnia. Ed ecco che quelli, o meglio quelle, che non hanno ancora capito la regola del fuorigioco o che credono che l’albero di natale sia solo quello da addobbare, invece che interessarsi a formazioni e schemi di gioco, avranno la possibilità di organizzare un appuntamento con i propri amici per guardare la partita.

    Non servono cene da prova del cuoco, bastano pizza, birra, maglia azzurra e inno nazionale. Il calcio e la partita fanno da collante. O almeno così pensa la maggior parte delle donne.

    Gli appuntamenti in tv con gli azzurri, gli orari delle partite

    Nota stonata per la visione in compagnia dei mondiali brasiliani è naturalmente l’orario dovuto al fuso. Gran parte delle partite saranno infatti trasmesse ad orari insoliti e così, per trovare una soluzione alternativa alla solita pizza a domicilio, bastano pochi consigli per non farsi cogliere impreparate. L’esordio dell’Italia sarà sabato 14 giugno contro l’Inghilterra. Il calcio d’inizio sarà alle 18 ora locale, tradotto in italiano a mezzanotte. Più comodo il secondo turno degli azzurri che sfideranno la Costarica venerdì 20 giugno alle 13 brasiliane, 18 italiane. Stesso orario anche per l’ultima partita del girone contro l’Uruguay il 24 giugno.

    Come organizzare la serata con ricette “salva orario”

    Primo passo da compiere è sicuramente quello di invitare gli amici. Al tradizionale giro di telefonate, si consiglia la più immediata chat di gruppo. Una volta scoperto il numero delle persone, subito dietro ai fornelli. La risposta più pratica è data senza dubbio dalla preparazione dei cosiddetti finger food con la formula dell’aperitivo-cena, che ben si sposa con l’orario delle 18 e che consente di seguire la partita e smangiucchiare contemporaneamente. I consigli si moltiplicano. Da una semplice pasta fredda, in cui la fantasia può prendere il sopravvento per il condimento o più semplicemente riproponendo il tricolore con pomodoro, mozzarella e basilico, fino ad arrivare ai più tradizionali tramezzini. Per variarli dalle solite forme si può ottenere anche il formato “girella”. Basta prendere l’intera fetta di pane, premerla leggermente per renderla più sottile, farcirla, avvolgerla su stessa e rifasciarla con la pellicola. Lasciare in frigo e, al momento della partita, tagliare a fette.

    Un’altra soluzione facile e originale è la focaccia col formaggio con il pane carasau. Basta bagnare leggermente due fogli di pane con l’acqua, ancora meglio con il brodo, posizionarle su una teglia foderata di carta da forno, farcire con stracchino, richiudere con un altro strato di pane e condire con una spolverata di sale e rosmarino o origano e infornare a 200° fino a quando il formaggio non sarà sciolto e il pane avrà formato una crosticina.

    Per non farsi cogliere impreparate dall’entrata a gamba tesa di mezzanotte, in alternativa alla spaghettata olio, aglio e peperoncino, si potrebbe optare anche per un dopo cena con torte e dolci. Alle più originali, per volare con la fantasia direttamente in Brasile, si consiglia di riproporre le ricette locali come il “Brigadeiro” o la torta con il latte condensato.

    E se per caso qualche amico avesse un video proiettore, basta un lenzuolo matrimoniale ben stirato per ottenere un maxi schermo. Magari in terrazzo con una grigliata. Un risultato davvero mondiale.