Libri da leggere sotto l’ombrellone: romanzi fantasy

da , il

    Le vacanze estive si avvicinano, cosa c’è di meglio che un bel libro da leggere sotto l’ombrellone? E se questo libro è anche un romanzo fantasy, si rischia di arrivare all’apoteosi della felicità. Immaginate la scena: una sedia sdraio comoda, un ombrellone che ci ombreggia il viso accaldato, l’abbronzatura che procede spedita, una bibita fresca a portata di mano, la brezza di mare che ci accarezza, ma… che libro fantasy mi porto in spiaggia? Se siete appassionati di questo genere, di sicuro avrete vagliato da tempo i romanzi e le saghe che fanno al caso vostro, ma diamo uno sguardo ai libri fantasy che non possono mancare in spiaggia.

    Ovviamente ci sono due classici, uno più decisamente recente dell’altro che non si possono non leggere: ci riferiamo a ‘Il signore degli anelli’ e alla saga di ‘Harry Potter’, con tutti i loro degni corollari. Ma partiamo dal presupposto che questi li abbiate già letti e andiamo a dare uno sguardo a quali libri fantasy, genere sempre di moda e non solo in letteratura, portarsi in spiaggia.

    Libri fantasy must have

    Sono tre gli scrittori fantasy che non si possono non leggere, sono dei veri e propri must have che non possono mancare in libreria o sotto l’ombrellone. Si tratta di tre saghe in corso d’opera, ognuna con un certo numero di volumi per cui potrete passarci insieme mesi di vacanza. Stiamo parlando del sommo, Steven Erikson con la sua saga ‘La caduta dei Malazan’ (pessima traduzione de ‘Il libro Malazan dei caduti’): occhio che non è un fantasy per tutti, se vi accostate per la prima volta a questo libro, scegliete altro. Si tratta di un autore che non vi accompagna per mano, ma vi getta in pasto agli eventi e ai personaggi senza fornirvi uno straccio di spiegazione. Ma sta proprio qui la sua bellezza. Se amate i fantasy politically scorrect, pieno di intrighi di corte, ecco che la fortunata serie di ‘A Game of Throne’ di George Martin è quello che fa per voi: ne hanno tratto un’ottima serie televisiva, ma i libri sono tutta un’altra cosa. Per ultimo segnaliamo la poderosa saga de ‘La ruota del tempo’ di Robert Jordan, un fantasy epico con una forma più imperativa di magia e mille personaggi: sarà la prima di queste tre a terminare, grazie all’ausilio fondamentale di Brandon Sanderson che ha sostituito il compianto Jordan nella stesura degli ultimi volumi. Un consiglio: questi ultimi non sono libri da borsa da mare, a meno che non l’abbiate debitamente rinforzata. Con sbarre di ferro suggeriamo.

    Libri fantasy divertenti

    Se non volete impelagarvi in serie cervellotiche, con diecimila personaggi e trame che si incastrano in altre trame, perché non dedicarvi a un fantasy più divertente? Si parte senza ombra di dubbio con Terry Pratchett e il suo Mondo Disco, molti dei suoi libri li trovate anche in edizione economica, ma vi consigliamo caldamente il ciclo delle Guardie Cittadine, ‘Maledette Piramidi’, ‘Morty l’Apprendista’ e ‘Streghe all’Estero’. Rotolerete giù dalla sdraio per le risate. Mettiamo in questa categoria anche la saga di Bartimeus di Jonathan Stroud: assolutamente esilarante, tutto merito del protagonista, un genio senza peli sulla lingua e dalla furbizia estrema. Da provare anche lo spirito libero e solare di Diana Wynne Jones, sia per quanto riguarda le cronache di Chrestomanci, recentemente ripubblicate che i romanzi relativi al mago Howl. Sono assolutamente unici. Terminiamo poi con la rivincita della mitologia greca: si è da poco conclusa la saga che Rick Riordan dedica al giovane Percy Jackson. Occhio: qui non si tratta di un modo per avvicinare il popolo alla mitologia greca, come è stato scritto altrove. Si tratta di divertimento allo stato puro, una lettura da intrattenimento leggera e scorrevole, da mangiarsi in un boccone.

    Libri urban fantasy

    Uno dei generi che sta impazzando di più, soprattutto fra le nuove generazioni, è l’urban fantasy: prendi dei classici cliché, infilali in un contesto cittadino moderno e vedi cosa succede. Abbiamo selezionato per voi tre saghe. La prima è quella di Martin Millar, per ora composta da soli due romanzi, ‘Ragazze lupo’ e ‘Vex e Kalix’: è esilarante, geniale, fresco, moderno con dei personaggi indimenticabili. Poi abbiamo Cassandra Clarke, con i suoi Shadowhunter, forse dedicato a un pubblico più giovane, ma sempre apprezzabili, tanto che pare verranno anche trasformati in un telefilm. E si finisce con una serie dedicata ai più adulti, ecco Sherrylin Kenyon con i suoi Dark Hunter, seguiti da vicino da Lara Adrian: le due hanno molti punti in comune. Ovvero la rivisitazione di mostri e demoni sia della mitologia che del patrimonio folkloristico, infarcite di storie d’amore improbabili, ma sempre col lieto fine.

    Libri fantasy noti come zeppe

    E chi sono mai le zeppe? Trattasi di libri per amanti delle letture poderose, dedicati alle persone che vanno in spiaggia con un unico scopo: leggere, leggere e ancora leggere. Niente tuffi in mare, niente socializzazione co i vicini! E sono utili in più di un’occasione: le loro dimensioni monumentali fanno sì che tornino utili nel caso servisse un rialzo per un tavolo o per fissare i teli da mare sbattacchiati dal vento. Qui ci potevamo anche far rientrare Robert Jordan, ma citiamo Brandon Sanderson con le sue opere dedicate ai Mistborn, dove troverete una magia decisamente insolita e fuori dagli schemi. Ma soprattutto Patrick Rothfuss: con il primo romanzo, ‘Il nome del vento’, disponibile in economica, aveva già prodotto un romanzo di dimensioni considerevoli, ma con il secondo, ‘La paura del saggio’, sì che ne avrete da leggere! E se preferite delle zeppe composte, ovvero serie lunghissime con volumi relativamente brevi, ma che messi insieme non sfigurano in questa sezione, consigliamo il ciclo della Spada della Verità di Terry Goodking (niente a che vedere con il telefilm che ne hanno tratto), la serie di Shannara di Terry Brooks, la serie delle Tre Spade di Tad Williams, tutta la produzione di David Eddings (consigliamo il Belgariad e la serie dei Mallorean) e per finire tutto il ciclo di Dragonlance di Weis-Hickman (anche se preferiamo quella di DeathGate, più breve però)

    Libri fantasy introvabili

    Volete una vacanza in spiaggia avventurosa? Cosa c’è di meglio che leggersi un libro conquistato a fatica, scovato fra bancarelle improbabili, annunci su eBay o collezionisti intrattabili? Ecco che arrivano i fantasy introvabili. Prima di tutto, il ciclo dei Dragonieri di Pern di Ann McCaffrey, i singoli volumi non sono lunghissimi, ma messi insieme rivaleggian con le zeppe. Vi innamorerete di questi draghi. Un altro è il ciclo del Sole Nero di Friedman: qui troverete uno degli antieroi più interessanti di tutta la storia del fantasy. Oltre ad avere fra le mani tre bei tomi, si intende. E finiamo con il ciclo di Lyonesse di Jack Vance: divertente, leggero, dai toni di fiaba per tre romanzi che vi trasporteranno nel mondo delle fate.