Le spiagge più inquinate del mondo

da , il

    Le spiagge più inquinate del mondo

    Quali sono le spiagge più inquinate del mondo? Purtroppo, la Terra è vittima della mano dell’uomo che dimostra, ancora oggi, di non comprendere appieno il valore che ha il pianeta in cui viviamo: per questa ragione, inquinamento e rifiuti sono praticamente ovunque si trovi l’essere umano e il mare non è escluso da tutto ciò. Le zone costiere non balneabili sono presenti in diverse località del mondo e, purtroppo, sembra che la situazione non sia destinata a migliorare. Siete curiosi di scoprire di più in merito? Ecco le spiagge più inquinate del mondo.

    Le spiagge inquinate: California, Bali, Australia e Giappone

    Iniziamo dagli USA e dalla California, dove si trovano ben due spiagge inquinate, ovvero la Doheny State Beach e l’Huntington Beach: nella prima, la balneazione è vietata – sono presenti dei cartelli segnaletici in merito – in quanto nelle sue acque è presente un’elevata concentrazione di batteri fecali; mentre, la seconda spiaggia pare continui a essere visitata dai turisti sebbene, dal 1998, molti surfisti accusino malori fisici dopo aver trascorso del tempo in acqua. La Seminyak Beach a Bali è una bellissima località turistica, purtroppo rovinata dall’inquinamento causato dai rifiuti, dalle sostanze chimiche e dai materiali di scarto provenienti da attività agricole e industriali, oltre che dalle acque di scarico delle fognature della zona. La spiaggia di Port Philip Bay sorge in Australia – per l’esattezza, a Melbourne – ed è caratterizzata dall’elevata presenza di rifiuti: tra la sabbia non è, infatti, raro trovare siringhe e vetro; motivo per cui non è adatta alla balneazione. Odaiba Bay si trova in Giappone, sull’omonima isola artificiale della baia di Tokyo: qui, è vietato nuotare nelle acque dal 2003 e ciò per via dell’elevata concentrazione di batteri fecali e non solo.

    SCOPRI LE SPIAGGE PREMIATE PER IL MARE

    Le spiagge inquinate: India, Gran Bretagna, Cina, Repubblica Domenicana e Indonesia

    La Chowpatty Beach è una spiaggia in India – a Mumbai, per l’esattezza – ricoperta da rifiuti provenienti dalle imbarcazioni, ma non solo: le acque sono, infatti, inquinate anche dal rovesciamento in mare di 60 mila tonnellate di carbone provenienti dall’imbarcazione cargo MV Rak. In Gran Bretagna, si trova la Blackpool Beach: si tratta di una delle spiagge più visitate della zona e altrettanto inquinata. A Hong Kong, in Cina, sorge la Repulse Bay: questa spiaggia è stata rinominata così proprio per via dell’inquinamento e per la presenza di sostanze dannose nelle acque, le quali minacciano l’ecosistema marino e provocano cattivi odori impossibili da ignorare. Nella Repubblica Domenicana, si trova Haina Beach: qui, purtroppo, l’elevata presenza di piombo nel suolo – causato da un ex impianto statunitense, che si occupava di batterie di automobili – ha provocato sintomi di avvelenamento da piombo nella popolazione, negli anni Novanta. Infine, Marunda Beach si trova in Indonesia – a Jakarta, per l’esattezza – ed è una spiaggia sommersa dai rifiuti, che galleggiano anche sulla superficie dell’acqua.

    SCOPRI LE SPIAGGE PER CANI

    Dolcetto o scherzetto?